Maltempo 140802202734
MALTEMPO 2 Agosto Ago 2014 2025 02 agosto 2014

Meteo, ancora piogge al Nord

Nuova perturbazione. Traffico intenso.

  • ...

Continuano le piogge al Nord nel primo weekend di agosto.

Il brutto tempo non sembra voler abbandonare l'Italia. Almeno al Centro e al Nord.
Tra sabato e domenica arriva una nuova perturbazione che porterà «pioggia intensa sull'Italia centrale e settentrionale», ha spiegato Claudio Rafanelli del Cnr-Idasc. Si tratta di un'ondata di maltempo «intensa ma di breve durata: durerà circa 48 ore».
NORD SOTTO L'ACQUA, SUD SALVO. La perturbazione in arrivo non toccherà le regioni del Sud, «che godranno del sole e delle temperature in linea con la stagione», hanno spiegato gli esperti.
Intanto il dipartimento della Protezione civile ha elaborato uno scenario meteorologico che prevede nella giornata di domenica 3 agosto piogge che interesseranno le regioni settentrionali e si estenderanno al Centro, specie su Sardegna, Toscana, Umbria e Marche fino alla serata, quando si avrà un generale miglioramento.
Sul resto del Paese il tempo sarà prevalentemente stabile e caldo, con alcune nubi in transito.
MARTEDÌ NUOVA PERTURBAZIONE. Quest'estate 'non estate' come è stata più volte definita, non decolla neanche con l'arrivo di agosto. La prossima settimana si aprirà con il sole ma, già a partire da martedì, è previsto l'arrivo di una seconda perturbazione atlantica che farà sentire i suoi effetti dapprima al Nord e in seguito anche su parte delle regioni peninsulari. Secondo gli esperti anche quella di martedì «sarà una perturbazione breve ma molto intensa».
Va meglio nella seconda parte della settimana, dove si va incontro ad una fase di tempo più stabile «per la maggior parte del nostro Paese», hanno precisato dal centro Epson-meteo.

Traffico da bollino rosso a causa di incidenti e maltempo

Previsto ancora maltempo nel week end.

Nonostante il tempo instabile e la crisi gli italiani non hanno rinunciato alla partenza. Il primo week-end di agosto è stato caratterizzato da code su strade e autostrade in direzione delle tradizionali località di villeggiatura e verso la Slovenia.
Rispetto allo scorso anno sono aumentati gli italiani che hanno fatto la valigia, o meglio quelli che hanno scelto le quattro ruote per lasciare le città con destinazione mare o montagna: secondo l'Anas nelle ore centrali della mattinata di sabato il numero dei transiti sulle principali arterie è stato infatti superiore a quello del 2013.
BLOCCHI NEL NORD-OVEST. Il traffico è stato rallentato anche a causa di alcuni incidenti, quattro dei quali hanno determinato la chiusura per diverse ore del passante di Mestre, e del maltempo che ha investito la parte nord-occidentale della penisola con nubifragi, frane e trombe d'aria tra Piemonte e Lombardia. Sempre per il maltempo è ancora sospeso il traffico ferroviario tra Italia e Francia: la causa scatenante, l'esondazione a Modane, nel Paese transalpino, del fiume Arc.
Su strade e autostrade il traffico è stato dunque da bollino rosso, intenso soprattutto sulla dorsale adriatica e verso la Slovenia. Le grandi città hanno cominciato a svuotarsi sin dalle prime ore dell'alba e la circolazione, che si è via via infittita nel corso della giornata, ha provocato incolonnamenti sulle principali arterie.
PASSANTE DI MESTRE CHIUSO. I problemi maggiori sono stati legati agli incidenti che hanno portato alla chiusura del passante di Mestre (con uno dei feriti rimasto incastrato tra le lamiere): le code hanno raggiunto la punta massima di 11 chilometri nel tratto tra San Stino di Livenza e Latisana. Una fila di 12 chilometri si è formata invece sulla A 22 verso Bolzano, dopo che il rimorchio di un mezzo pesante, che trasportava frutta, si è ribaltato. Per il traffico intenso, sette chilometri di coda invece sull'A 15 tra Aulla e allacciamento A 12 verso la Spezia.
NUBIFRAGIO NELLA BERGAMASCA. A rovinare il primo week end di agosto, il maltempo al Nord. Un nubifragio nella bassa Bergamasca - che si è abbattuto soprattutto attorno alla città di Treviglio - ha provocato allagamenti di strade e scantinati e ha anche fatto cadere alberi.
E le cattive condizioni meteo sono anche all'origine di una frana di circa 30 metri quadrati, nei pressi del Ponte del Costone, in val Seriana; parte dei detriti hanno invaso la carreggiata della strada principale della valle, con pesanti ripercussioni sulla viabilità.
BLACKOUT A VERCELLI. Tetti scoperchiati, cantieri devastati e alberi abbattuti, in provincia di Vercelli per una tromba d'aria. E nel capoluogo c'è stato un blackout che ha interessato alcune zone della città. Per allagamenti dovuti allo straripamento del torrente Arnetta è stato chiuso per diverse ore un tratto dell'A 8, l'autostrada che collega Milano a Varese.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso