Cacciabombardiere Precipita Molise 140801205324
ISERNIA 2 Agosto Ago 2014 1410 02 agosto 2014

Molise, caccia caduto: «guasto meccanico» per la procura di Isernia

Il pm: «Il pilota non avrebbe colpe».

  • ...

Il fumo nella zona boschiva dove è caduto il caccia.

Avaria al motore. Sarebbe questa la causa dello schianto del caccia dell'Aeronautica militare sulla collina di Castiglione di Carovilli, in provincia di Isernia, avvenuto venerdì 1 agosto.
Secondo la Procura di Isernia, all'origine dell'incidente ci sarebbe un guasto meccanico.
«SFERRA NON RESPONSABILE». Paolo Albano, magistrato titolare dell'inchiesta, ha detto anche che «non ci sarebbero responsabilità del pilota». Il caccia era condotto dal capitano Francesco Sferra, 35enne originario di Carovilli, che è riuscito a salvarsi lanciandosi con il paracadute. Sferra era partito da Pratica di Mare ed era diretto a Treviso.
«I carabinieri stanno effettuando i rilievi sul posto, e quello che sta emergendo ci porta verso la direzione di un probabile guasto al velivolo. La Procura Militare non è interessata al caso: al momento non si configura alcun reato militare», ha detto ancora Albano.
IL CAPITANO TRASFERITO A ROMA. Il capitano Sferra, intanto, è stato trasferito con un elicottero all'ospedale militare di Roma. L'Aeronautica ha aperto un'inchiesta interna, affidandola a una Commissione composta da quattro militari che il 2 agosto effettueranno il primo sopralluogo da terra sulla collina di Castiglione. «La Commissione», ha spiegato il colonnello Achille Cazzaniga, delegato ai rapporti con la stampa, «analizzerà il piano di volo e i resti del velivolo per capire cos'è accaduto. Prima di fare ipotesi, attendiamo i dati oggettivi. Appena sapremo qualcosa vi sarà comunicato. L'Aeronautica è una grande famiglia, siamo contenti che non si sia fatto male nessuno, che il pilota sta bene e che recupererà in fretta».

Correlati

Potresti esserti perso