Pannella Ospedale Conferenza 140424133002
CONFESSIONI 3 Agosto Ago 2014 2058 03 agosto 2014

Pannella rivela: «Ho due tumori»

«Ma non ho mai smesso di fumare».

  • ...

E' apparso in buone condizioni e con un sigaro in mano Marco Pannella, protagonista della conferenza stampa dopo l'operazione per un aneurisma, dal Policlinico Gemelli, dove è ricoverato: 'Non potevo abbandonare l'ospedale, una 'disobbedienza' un po' forzata era impossibile' ha scherzato il leader dei Radicali.

Ha raccontato la sua malattia in pubblico, Marco Pannella. Senza paura di parlare del male che lo sta divorando nel corpo. «Ho questo tumore al polmone destro, in alto. Anche al fegato. Non mi dolgo di come il caso mi ha trattato e mi tratta», ha spiegato il politico a Radio radicale raccontando di non voler smettere la disobbedienza civile, nonostante in questi giorni abbia mangiato. «Intendo passare allo sciopero della sete», ha dichiarato.
Nei giorni scorsi era apparsa su Facebook una foto che lo ritraeva davanti a un piatto di pasta. «Viene fuori il fatto che sarebbero 285mila coloro che sono stati raggiunti da quella pagina su Fb (dalla foto postata sulla pagina Facebook in cui mangia gli spaghetti dopo la prima seduta di radioterapia lunedì scorso, n.d.r.); tra questi c'è una piccola parte di dritti che dicono, 'ah mangi la pasta asciutta e dici che fai gli scioperi...'». Dico a costoro, ai dritti, le cose che ho fatto prima di quell'ora, con i gestori di quel ristorante di via della Panetteria, ho detto: preparatemi un piattone di spaghetti, erano giorni che cercavano di indurmi a prendere qualcosa. Ho detto: la faccio se avete i cellulari per riprendere. Poi l'abbiamo mandata e messa in Rete».
NON HO MAI SMESSO DI FUMARE. «La radioterapia, che sarebbe stata fatta dinanzi a un nodulo, un sospetto di tumore, nel polmone destro, segnalava che c'era un'altra cosa sospetta al fegato, avevano detto che dovevo fare un mese. Io ho detto no. Nei cinque giorni ho fatto ogni sera le sedute di radioterapia e quello che viene fuori che io come è noto fumavo 100 sigarette Celtic al giorno e non fumavo Gitanes e Gauloises perché leggere. I medici dicevano quando avevo 23 anni che mi sarei ammalato. Bah. No. Adesso dopo 64 anni di 100 Celtics, toscanelli ecc. viene fuori che ho degli inizi di tumore, alla mia età quando si sa che non è fulminante come ritmo».
«Se qualcuno vuole sono disposto a fare dibattito a partire da dati scientifici. Io per 65 anni non ho avuto segnali di tumore perchè non ho mai smesso un giorno di fumare (...) adesso mi trovo a dover passare a una seconda (radioterapia, ndr) sul fegato». La terapia, ha spiegato Pannella, dà stanchezza: «Sono andato a Campo dei fiori mi sono accorto che faticavo a camminare, ho la conoscenza del mio corpo. La tentazione era di sedermi. Il respiro era normale. I medici erano stupiti».

Correlati

Potresti esserti perso