Maltempo Trevigiano Refrontolo 140803150930
TREVIGIANO 4 Agosto Ago 2014 1713 04 agosto 2014

Refrontolo, fascicolo per omicidio colposo

La Protezione civile: «Detriti come 15 tir».

  • ...

Il Molinetto della Croda prima e dopo l'alluvione.

Ha ipotizzato i reati di disastro colposo e omicidio colposo plurimo l'inchiesta aperta dalla procura di Treviso sull'alluvione di Refrontolo che ha causato quattro morti.
Lo ha reso noto la pm Laura Reale: «Abbiamo aperto un fascicolo per disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Ovviamente a carico di ignoti perché bisognerà fare una serie di accertamenti anche relativi alla tenuta del luogo, che è competenza di più Comuni. Dovremo fare tutti gli accertamenti tecnici del caso con esperti che stiamo individuando».
«DA VERIFICARE LA MANUTENZIONE». Sul fronte della ricostruzione della dinamica la procura ha spiegato che è ancora presto per formulare i quesiti ai tecnici. Reale, parlando ad Antennatre Nord Est, ha dichiarato che è «chiaro che saranno eseguiti anche dei rilievi sulla manutenzione del corso d'acqua. È venuta giù una frana di acqua e di fango anche perché il territorio ha una conformazione particolare. All'altezza di questo molinetto c'è una cascata che ha riversato questa valanga di acqua e fango».
«FRANE HANNO CONTRIBUITO ALLA TRAGEDIA». Al momento, ha aggiunto il pm, «non si può dire adesso che siano queste rotoballe ad aver causato questo disastro. C'erano varie frane che hanno contribuito a creare questo disagio».
15 TIR DI DETRITI. Intanto i tecnici del Genio e della Protezione civile hanno stimato alla pari col carico di 10-15 Tir il volume di materiale che la cascata d'acqua precipitata sull'alveo del Molinetto della Croda ha proiettato attorno. In due ore, nell'area sono caduti dai 60-80 millimetri d'acqua per metro quadro, per una stima di 500mila metri cubi di pioggia su un'area ristretta.
UNA CASCATA ‘COMRESSA’. Tutta questa quantità di pioggia, è stato spiegato, è caduta su un alveo, quello del torrente Lierza, che a monte è di circa 30 metri, ma superata la forra del molino diventa di soli 5 metri. L'effetto è stato quello di una cascata 'compressa', che è deflagrata finendo nel piccolo bacino davanti al Molinetto, dove ha scavato una voragine di cinque metri.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso