Schettino Mastronardi 140806122919
REPLICA 6 Agosto Ago 2014 1226 06 agosto 2014

Schettino alla Sapienza, Mastronardi: «Me lo hanno chiesto gli avvocati»

Il docente che lo ha invitato: «È innocente».

  • ...

Francesco Schettino in cattedra per un giorno.
Il comandante della Costa Concordia, imputato di omicidio colposo plurimo per il dramma del Giglio e che nella tragica notte del 13 gennaio 2012 si rifiutò di tornare a bordo nonostante gli ordini della capitaneria di porto, ha preso parte a un seminario organizzato nell’ambito di un master in Scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di Psicopatologia forense della facoltà di Medicina dell’università La Sapienza.
«Me lo hanno chiesto gli avvocati», ha spiegato a Lettera43.it il titolare del corso, il professor Vincenzo Maria Mastronardi. Che è stato poi deferito al Comitato etico, come ha fatto sapere il rettore dell'ateneo Luigi Frati che ha preso le distanze dal «grave episodio», condannandolo «fermamente».

Vincenzo Maria Mastronardi.


DOMANDA. Professore, cosa ha da insegnare il comandante Schettino ai suoi studenti?
RISPOSTA. Non è stata una lezione, ma un intervento di pochi minuti in un contesto scientifico in cui stavamo esaminando diverse scene del crimine con esperti del settore.
D. E Schettino cosa c’entra?
R. A un certo punto abbiamo parlato del caso Concordia. L’ingegner Ivan Paduano ha effettuato la ricostruzione in 3D delle scene del crimine di cui stavamo discutendo. Gli avvocati del comandante Schettino sono venuti a sapere che avremmo affrontato l’argomento e, per par condicio, mi hanno chiesto di farlo intervenire.
D. E lei ha accettato.
R. Fino al terzo grado di giudizio Schettino non è colpevole.
D. Cosa ha detto nel suo intervento?
R. Ha commentato la scena del crimine, e si è espresso sul rischio di dare l’allarme da subito, se non fosse stato sicuro il pericolo per i passeggeri. Ha insistito sulla non opportunità di dare l’allarme se non strettamente necessario.

Correlati

Potresti esserti perso