COMBATTIMENTI 8 Agosto Ago 2014 0618 08 agosto 2014

A Gaza tregua finita, Hamas: «Non la prolunghiamo»

Hamas spara di nuovo. Tel Aviv: «Razzi già ripresi».

  • ...

Tre giorni di riposo, e ora si riprende. Con razzi lanciati da Gaza e raid da Israele sulla Striscia. E subito dopo l'annuncio di Hamas s'è rifiutata di prolungare ulteriormente il cessate il fuoco di 72 ore (è scaduto alle 8 del mattino, le 7 in Italia, dell'8 agosto), si contano già i primi morti.
UCCISO UN BIMBO A GAZA. L'agenzia palestinese Maan ha riferito che un bambino è stato ucciso nella Striscia dopo un attacco israeliano in risposta al lancio di missili di Hamas sul Sud dello Stato ebraico: secondo quanto spiegato, il raid, avvenuto vicino a una moschea di Gaza City, ha ferito altri cinque giovanissimi.
L'OFFENSIVA DI ISRAELE. La conferma della reazione di Israele è arrivata dal portavoce del governo Peter Lerner. E fonti palestinesi hanno spiegato che diversi obiettivi nella Striscia, nel Nord e nell'Est di Gaza, sono stati colpiti.
«Questa mattina a seguito del rinnovato lancio di razzi su Israele, l'esercito ha colpito siti terroristici», ha riferito Lerner, secondo cui «la cattiva decisione di Hamas di infrangere il cessate il fuoco, sarà perseguita».


Broadcast live streaming video on Ustream

RISUONANO LE SIRENE. Prima che scattasse la controffensiva di Tel Aviv, le sirene di allarme erano risuonate nelle città meridionali di Israele, dove, secondo il portavoce militare almeno 10 razzi erano stati sparati da Gaza (uno è ricaduto nella Striscia).
La reazione di Israele non si è quindi fatta attendere. Dopo che il premier Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Moshe Yalon hanno dato ordine all'esercito israeliano di rispondere «con forza».
PACE SEMPRE PIÙ DIFFICILE. A questo punto il nuovo scenario è destinato a complicare i dialoghi per la pace.
La delegazione israeliana ha lasciato il tavolo delle trattativa a Il Cairo, dopo che il ministro dell'Economia Naftali Bennett, del partito di destra nazionalista Focolare ebraico, ne aveva chiesto il ritiro: «L'operazione Margine protettivo non è ancora finita e Hamas non è stata sconfitta», ha detto.
NOVE ORE DI TRATTATIVE. Tuttavia, da quanto si desume da indiscrezioni sulla durata della permanenza della delegazione negoziale israeliana nella capitale sul Nilo, s'è cercato fino all'ultimo di prolungare la tregua per Gaza.
I tre rappresentanti di Israele sono ripartiti solo nella mattinata di venerdì 8 agosto, ha riferito una fonte aeroportuale, e si è trattato della «visita più lunga» delle due compiute martedì 5 e mercoledì 6 agosto: questa è durata nove ore.
L'EGITTO NON SI RASSEGNA. Nonostante il ritorno alle ostilità, l'Egitto è tornato a chiedere a israeliani e palestinesi di «tornare immediatamente» al cessate il fuoco. Inoltre le autorità de Il Cairo, attraverso un comunicato del ministero degli Esteri egiziano, hanno fatto appello perché si torni «il prima possibile» al tavolo delle trattative.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso