Alessandro Benetton 120609123445
SCANDALO 8 Agosto Ago 2014 0850 08 agosto 2014

Alessandro Benetton indagato per le cialde di caffè

Investitori francesi denunciano l'ad.

  • ...

Alessandro Benetton.

Il caffè porta guai ad Alessando Benetton.
Cialde brevettate biodegradabili, ma compatibili con le macchine Nespresso (a un costo inferiore del 25%) da Jean Paul Gaillard, un ex manager Nestlè, Jean Paul Gaillard, messosi in proprio con la «Ecc - Ethical Coffee Company».
Come scrive Il Corriere della Sera, tra chi che nel dal 2008 al 2010 (in tre tranche) ha investito circa 100 milioni di euro nella Ecc, proposta come grosso affare dalla divisione francese della boutique finanziaria «21Partners» fondata nel 1992 da Alessandro Benetton, c'è chi al terzo turno nel 2010 si è fatto convincere a metterci 437 franchi svizzeri per azione, tentato dalla assicurazione di decuplicare in tre anni il capitale già solo in forza di un attestato ordine di acquisto di 4 miliardi di capsule.
MAXIORDINE INESISTENTE. Ma nel portafoglio di Ecc questo maxiordine non è mai esistito: una mazzata per le prospettive di quella società che secondo «21 Centrale Partners sa» (guidata in Francia da Cedric Abitbol e da Gerard Pluvinet, molto vicino a Benetton e vicepresidente anche dell’italiana «21Partners spa») doveva arrivare a valere, «al minimo», 1 miliardo di euro.
E così alcuni investitori francesi hanno denunciato Alessandro Benetton (sino a tre mesi fa presidente dell’intero gruppo di Ponzano Veneto) in quanto presidente del consiglio di sorveglianza della francese «21Centrale Partners» e amministratore delegato dell’italiana «21Partners spa».
Benetton, la cui boutique di investimenti in aziende di valore gestisce fondi chiusi per 1,2 miliardi di euro:
È quindi indagato per l’ipotesi di reato di truffa dal pm Massimo De Bortoli, al quale la difesa ha presentato una memoria per «dimostrare totale estraneità».
Pur constatando «evidente che l’investimento non ha risposto alle nostre reciproche attese», del resto, in aprile Pluvinet giurava agli investitori di aver avuto le medesime loro informazioni, e attribuiva a Gaillard la storia dell’ordine d’acquisto di 4 miliardi di capsule.
1,5 MILIONI DI EURO DI COMMISSIONI. Chi ha perso denaro, invece, sostiene che negli anni scorsi l’ipervalutazione di Ecc possa aver contribuito a rafforzare le performance e i fondi di «21Partners»; abbia fruttato almeno 1,5 milioni di euro di commissioni e prodotto plusvalenze teoriche nella società Finagep (di cui con Benetton sono soci parecchi manager del gruppo o loro parenti), che comprò azioni Ecc a 6 e a 37 franchi, ma non più a 437 franchi.
Coloro che hanno sporto denuncia puntano soprattutto su una mail, con cui il 23 luglio 2010 Abitbol, manager della francese «21Centrale Partners sa», scriveva che «il carnet di ordini supera i 4 miliardi di capsule/annuo... su questa base noi pensiamo che la società varrà come minimo tra 1 e 1,5 miliardi di euro». Il 23 settembre 2012 nel verbale del cda di Ecc è Gaillard a rivelare che «21Partners ogni volta ha alterato le previsioni» e «che 21Partners ha venduto Ecc ad alcuni azionisti sulla base di rappresentazioni manifestamente erronee e, allo stesso tempo, favorevoli a 21Partners».
SI DICE ESTRANEO AI FATTI. Mentre Benetton si dice estraneo alla vicenda, Gaillard ha dichiarato che «Benetton è anche venuto in fabbrica con Pluvinet... Quel giorno ho detto attenzione, le cifre scritte sulla carta non sono reali, ci sono varie incertezze.... Ho parlato più volte al telefono con Alessandro... Ho detto a Pluvinet attenzione, il modo di lavorare di Abitbol non mi piace, diciamo che ci si può riempire le tasche ma non ingozzarsi... Ho poi reso partecipe Alessandro perché vedevo che Pluvinet non reagiva... Quindi avevo avvertito sia Pluvinet sia Alessandro in modo diretto sulle mie riserve circa l’affidabilità delle informazioni date da Abitbol agli investitori prima e dopo l’investimento».
E Philippe Nicolet, il direttore generale di Ecc, dichiara: «Gaillard mi disse che il business plan era di totale fantasia e basato su uno studio gestito da 21Partners per il tramite della società Kurt Salomon senza alcun coinvolgimento di Ecc».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso