Ucraina 140808131400
VIOLENZE 8 Agosto Ago 2014 1300 08 agosto 2014

Guerra in Ucraina dell'Est: Kiev conta i morti

Il bilancio è delle ultime 24 ore. Approvate le sanzioni alla Russia.

  • ...

Un mezzo blindato ucraino.

È un bilancio drammatico quello che arriva dall'Ucraina dopo l'ennesima giornata di guerra. Da quanto ha riferito il portavoce del Consiglio di sicurezza di Kiev, Andrii Lisenko nelle ultime 24 ore di combattimento nell'Est, le truppe ucraine hanno perso 15 militari (sette soldati e otto guardie di frontiera), mentre 79 sono stati feriti.
Secondo quanto spiegato dall'agenzia Unian, gli uomini deceduti appartenevano alla 79esima brigata di Kiev.
COLPITO UN ELICOTTERO DI KIEV. I miliziani separatisti hanno, invece, fatto sapere di aver colpito nella serata di giovedì 7 agosto un elicottero militare ucraino costringendo il pilota a un atterraggio di emergenza (guarda il video). I tre membri dell'equipaggio, da quanto comunicato dall'ufficio stampa delle forze armate ucraine, sono ora ricoverati nel territorio controllato dalle truppe di Kiev.
ALMENO TRE CIVILI UCCISI IN BOMBARDAMENTO A DONETSK. Almeno tre civili sono morti e altri dieci sono rimasti feriti in un bombardamento che si è abbattuto nella notte tra il 7 e l'8 agosto su Donetsk, roccaforte dei miliziani separatisti dell'Ucraina orientale assediata dalle truppe di Kiev. Lo fa sapere il Consiglio comunale di Donetsk.
SANZIONI CONTRO LA RUSSIA. Mentre a Est proseguono gli scontri, il governo ucraino ha approvato delle sanzioni contro la Russia: le misure, secondo quanto riferito dall'agenzia Interfax che ha citato il premier di Kiev Arseni Yatseniuk, colpiscono «172 cittadini russi e di altri Stati» e «65 persone giuridiche».
L'accusa nei confronti di questi soggetti, hanno spiegato i vertici dell'Ucraina, è aver «finanziato il terrorismo», visto che per Kiev i miliziani separatisti sono considerati «terroristi», «sostenuto l'annessione della Crimea e violato l'integrità territoriale del Paese».
La lista dei colpiti dalle sanzioni deve essere approvata dal Consiglio di sicurezza nazionale e poi dal parlamento.
LE MISURE COSTANO 6 MILIARDI. Le misure prese nei confronti della Russia, però, sono destinate ad avere ripercussioni sull'economia dell'Ucraina. Dai conti di Yatseniuk, costeranno 6 miliardi di dollari l'anno.
«Siamo consapevoli», ha detto il premier di Kiev, «di quale prezzo dovrà pagare l'Ucraina, ma siamo pronti a pagare per la nostra indipendenza».
Tra le sanzioni previste ci sono il divieto di entrare nel Paese, il congelamento di ogni attività e il divieto di far transitare «risorse» attraverso il territorio della repubblica ex sovietica.
STOP AL TRANSITO DELLE RISORSE. Su quest'ultimo punto, Yatseniuk ha chiarito che potrebbe includere anche il transito di risorse naturali.
Questa eventualità creerebbe gravi problemi all'Europa, che importa attraverso i gasdotti ucraini circa metà del metano che acquista dalla Russia. Kiev potrebbe inoltre vietare il transito agli aerei russi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso