Maxxi Museo 140809193204
POLEMICA 9 Agosto Ago 2014 1931 09 agosto 2014

Maxxi, Piggyback dei Chapman «statua pedopornografica»

L'Osservatorio per i minori contro l'opera.

  • ...

Il museo Maxxi di Roma.

Due ragazzine nude, una delle quali adagiata sulle spalle dell'altra, dalla cui bocca fuoriesce un membro maschile.
L'opera, esposta al Maxxi di Roma, ha provocato le proteste dell'Osservatorio sui diritti dei minori, perchè ritenuta pedopornografica. Attraverso il suo presidente, Antonio Marziale, l'Osservatorio ha segnalato al ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, la presenza della scultura, chiedendo garanzie affinché «non venga mai più esposta».
OPERA DEI FRATELLI CHAPMAN. L'opera è stata realizzata dai fratelli Chapman e si intitola Piggyback. La direttrice del museo, Anna Martirolo, ha deciso di anticiparne di qualche giorno rispetto al previsto la sostituzione, spiegando tuttavia che la scultura «intende mettere in discussione la moralità». È entrata nella collezione del Maxxi nel 2010, grazie alla donazione di Claudia Gian Ferrari. Le opere dei Chapman, ha sottolineato il Maxxi, sono state esposte alla Tate, alla Royal Academy di Londra e al PS1 di New York, e Piggyback è sempre stata segnalata con avvisi esposti in biglietteria, al punto informativo e dal personale di sala, proprio per informare le famiglie in visita con minori.
«INVITIAMO L'OSSERVATORIO A UN CONFRONTO». «La crudezza fa parte del lavoro dei Chapman, da sempre caratterizzati da opere che denunciano una realtà malata, che mettono in discussione la falsa moralità e vogliono suscitare dibattito. Crediamo fermamente e sosteniamo la libertà di espressione degli artisti», ha spiegato Anna Mattirolo. Tuttavia, «cogliamo comunque l'occasione per invitare l'Osservatorio a un confronto sui temi sollevati dall'opera di questi artisti, dal momento che la funzione delle opere d'arte è proprio quella di suscitare domande».

Correlati

Potresti esserti perso