Polizia Stati Uniti 140810190315
TENSIONE 10 Agosto Ago 2014 1800 10 agosto 2014

St. Louis, 18enne di colore ucciso da poliziotto

Colpito due volte. Rivolta nel quartiere.

  • ...

La Polizia di St. Louis è nella bufera per la morte di Michael Brown.

La polizia di St. Louis, in Missouri, è nella bufera dopo che un agente ha colpito a morte un ragazzo di colore di 18 anni. Non sono chiare le dinamiche dell'accaduto, ma l'episodio ricorda purtroppo quanto successo nel 2012 in Florida con l'uccisione di Trayvon Martin.
Il 18enne, probabilmente disarmato, camminava per strada diretto verso casa della nonna. Secondo alcuni testimoni, Michael Brown aveva le braccia alzate quando è stato colpito dal primo proiettile. L'agente avrebbe poi sparato di nuovo.
RABBIA POPOLARE. L'omicidio ha scatenato la reazione degli abitanti di Ferguson, sobborgo di St. Louis abitato in prevalenza da persone di colore. Centinaia di persone si sono dirette al quartier generale della polizia al grido di 'Kill the police'.
INTERVIENE L'FBI. La polizia di Ferguson intanto ha provato a correre ai ripari, chiedendo l'intervento dell'Fbi. «Quando accadono eventi come questo le emozioni salgono. E quando 600 persone si radunano per guardare una persona sdraiata sulla strada vuole dire che e' successo qualcosa che non sarebbe dovuto accadere», si legge nella nota della divisione di St. Louis della National association for the advancement of colored people.
Il patrigno di Brown non ha dubbi: «È stata un'esecuzione».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso