Grosseto Subacqueo 140810161505
TRAGEDIA 12 Agosto Ago 2014 1507 12 agosto 2014

Grosseto, sub morti: perizia sull'equipaggiamento tecnico

Da controllare anche bombole. Indagato il titolare del diving.

  • ...

Tre sub sono morti alle Formiche di Grosseto.

La procura di Grosseto ha disposto una perizia sui computer subacquei dei tre sub morti il 10 agosto nei mari della città toscana. Questi dispositivi sono una strumentazione che registrai dati delle immersioni (durata, soste, profondità, tempi di risalita), una sorta di 'scatola nera'.
INCHIESTA SUL TITOLARE DELDIVING. Intanto, come scritto da La Nazione, c'è un indagato. Si tratta del titolare del diving di Talamone che ha messo a disposizione le bombole. Si tratta di un atto dovuto, di una 'iscrizione tecnica', viene spiegato dalla procura, a tutela dell'indagato, affinché possa nominare propri consulenti che assistano a perizie e autopsie, che sono programmate per il 13 agosto.
ACCERTAMENTI SU BOMBOLE E COMPRESSORE. La perizia riguarda tutta l'attrezzatura: i risultati saranno noti nelle prossime settimane. Riguarderanno anche le bombole utilizzate dai sub morti e il compressore con cui sono state ricaricate gli accertamenti tecnici disposti dalla procura di Grosseto.
NESSUN REATO INDICATO. Agli accertamenti i familiari dei tre sub possono assistere con loro consulenti tecnici. Per questo è stato inviato loro dalla procura di Grosseto un avviso relativo all'inizio delle operazioni ma in esso non è stato indicato il reato contestato al titolare del diving di Talamone che ha messo a disposizione le bombole.

Correlati

Potresti esserti perso