Isis Militanti 140808181119
GUERRA 12 Agosto Ago 2014 1500 12 agosto 2014

Isis, raid dell'Iraq: uccisi 73 «terroristi»

Massacrati 500 cadetti dai jihadisti. Ferita una deputata degli yazidi.

  • ...

Combattenti del califfato islamico.

Offensiva dell'Iraq contro il 'quartier generale' dell'Isis a Sinjar. Nel raid della mattinata di martedì 12 agosto, l'aviazione di Baghdad ha comunicato di aver ucciso «73 terroristi, compreso il 'nuovo governatore Ahmed Al Warchan 'Abu Asmaa'». A darne notizia è stata l'agenzia egiziana Mena che ha citato fonti dell'intelligence militare irachena.
I RAID DEGLI USA. A sostegno di Baghdad continuano i raid Usa: un drone di Washington ha distrutto un mortaio usato dall'Isis contro le forze curde.
Le autorità americane hanno anche confermato che nella serata di lunedì 11 agosto è avvenuto il quinto «airdrop» per la consegna di generi alimentari e acqua.
MASSACRATI DALL'ISIS. Sul fronte opposto, l'Isis ha massacrato centinaia di militari iracheni e cadetti dell'aeronautica. La strage, da quanto ha raccontato Ali Hussein Al Waely un giovane sopravvissuto alla televisione Al Hurra, risale a giugno e aveva come obiettivo la base aerea Spiker, a Nord di Tikrit.
Il testimone ha ha così confermato le denunce già fatte da fonti politiche e organizzazioni per i diritti umani irachene, anche se nulla si sa di preciso sulla sorte dei militari, che ancora risultano ufficialmente dispersi.
QUASI 500 VITTIME. In precedenza erano stati gli stessi jihadisti ad affermare su alcuni siti di avere ucciso non meno di 1.700 militari dopo aver conquistato la base.
Secondo Hassan al Abbos, il vice governatore della provincia meridionale di Theqar, da dove venivano molti dei militari, ha detto che le autorità locali hanno stilato una lista di 497 possibili vittime del massacro.
IL RACCONTO DELLA STRAGE. Nel suo racconto, Al Waely, ha detto di essersi salvato fingendosi morto, durante fucilazioni di massa compiute dai jihadisti dopo che si erano impadroniti della base.
«Sono rimasto steso a terra, e poi, quando mi sono rialzato ho visto cadaveri ammassati tutto intorno», ha detto il giovane.
AUTOBOMBA A BAGHDAD, 10 MORTI. Successivamente almeno 10 persone sono morte e una trentina sono rimaste ferite per l'esplosione di due autobomba a Baghdad, secondo fonti della sicurezza. Otto morti e 21 feriti si contano in un attentato nel quartiere centrale di Karrada, contro una moschea sciita. Due persone sono state uccise invece in un'altra esplosione a Zafaraniya.
FERITA DEPUTATA YAZIDI. Paura per Vian Dakhil, una deputata irachena della minoranza Yazidi, che è rimasta ferita nello schianto di un elicottero su cui si trovava e che portava soccorsi ai profughi bloccati nella regione di Sinjar.

Correlati

Potresti esserti perso