Robin Williams 140812152853
RETROSCENA 12 Agosto Ago 2014 1928 12 agosto 2014

Robin Williams, Tmz: «Si è impiccato, non ha lasciato biglietti»

Il corpo trovato dall'assistente. Non c'erano messaggi.

  • ...

Nato a Chicago il 21 luglio 1951, Robin Williams è morto a Tiburon l'11 agosto 2014.

Robin Williams, scomparso l’11 agosto a Tiburon (California), si è impiccato con una cintura. Lo hanno confermato le autorità americane, secondo cui sul corpo c'era anche un taglio da coltello. In precedenza l’influente sito di gossip Usa Tmz.com aveva anticipato le modalità del suicidio, spiegando che l’attore non avrebbe lasciato alcun biglietto. Il cadavere di Williams sarebbe stato scoperto dalla sua assistente personale.
MORTO IN CASA. La moglie dell'attore aveva lasciato la casa la mattina dell’11, e l'assistente si sarebbe recata all'appartamento come previsto. Dopo aver bussato diverse volte senza ricevere risposta, la donna si sarebbe preoccupata e avrebbe deciso di entrare da una delle finestre aperte. È così che avrebbe scoperto il corpo di Williams, impiccatosi in casa e non in garage come era circolato in precedenza.
«HO PERSO MARITO E MIGLIORE AMICO». La notizia della sua morte ha sconvolto familiari, colleghi, amici, fan. «Ho perso mio marito e il mio migliore amico mentre il mondo ha perso uno dei suoi artisti più amati e una persona meravigliosa. Ho il cuore spezzato», ha detto la moglie Susan chiedendo che sia rispettata la privacy «in questo momento di grande dolore».
CORSO CONTRO LA DEPRESSIONE. Williams era stato a luglio in un centro di riabilitazione a causa della forte depressioone ma, secondo indiscrezioni, ormai stava così male che era chiaro che era troppo tardi.
«IL DIVORZIO TI SVUOTA IL PORTAFOGLIO». Ma cosa ha portato l’amato attore all’estremo gesto? Secondo un suo conoscente Williams negli ultimi tempi parlava solo di soldi. «Tutto quello di cui poteva parlare erano problemi di soldi. ma c'era chiaramente dell'altro», ha affermato l'amico.
L’attore aveva parlato pubblicamente dei suoi problemi finanziari nel 2013, puntando il dito contro il divorzio. «Il divorzio è costoso, ti svuota il cuore attraverso il portafoglio», aveva detto Williams.
NELLO SCONFORTO DOPO IL FLOP DI THE CRAZY ONES. Uno dei colpi che avrebbero accentuato la sua depressione sarebbe stata la cancellazione dello show televisivo The crazy ones su Cbs. «Robin è scivolato in una profonda depressione. Si sentiva imbarazzato e umiliato», ha aggiunto l'amico. «Aveva 60 anni ed era stato costretto ad accettare un ruolo in televisione per soldi».
Secondo indiscrezioni, Williams avrebbe creato un fondo per i figli per tutelarli in qualsiasi evenienza. Un fondo con paletti: i tre ragazzi possono accedere a un terzo della somma che gli spetta al compimento dei 21 anni, a 25 anni possono accedere alla metà della cifra restante e solo a 30 possono mettere le mani su tutto.
INGENTI SOMME ANCHE PER LA MOGLIE. Creato nel 2009, il fondo non è legato alla morte dell'attore. Non è chiaro quanto ci sia nel fondo, ma secondo rumor Williams avrebbe avuto ingenti somme al di fuori di questo, di cui una buona fetta dovrebbe andare all'attuale moglie. Nel 2012 la fortuna di Williams era stimata in 130 milioni di dollari, ma in un'intervista nel 2013 Williams aveva dichiarato di essere sull'orlo della bancarotta a causa dei due costosi divorzi, tanto da essere costretto a vendere una proprietà da 35 milioni di dollari per tornare alla liquidità.
UN COMICO 'UMANITARIO'. Robin Williams non era conosciuto solo per il suo grande talento di attore, ma anche per le diverse cause umanitarie che sosteneva (da Amnesty a Unicef), per il sostegno ai militari americani stanziati all'estero. Andò anche in Iraq e in Afghanistan per intrattenere le truppe. Una volta, ospite di un programma tv 'Inside the Actors Studio,' gli fu chiesto: «Se il paradiso esiste, cosa ti piacerebbe che dicesse Dio al tuo arrivo?». Dopo una battuta che includeva Mozart e Elvis, Robin Williams rispose: «sapere che c'è una risata».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso