Ucraina 140502214659
STRAGE 14 Agosto Ago 2014 1208 14 agosto 2014

Ucraina, bombardamenti sull'Est del Paese

Colpite le roccaforti dei ribelli. Morti tra i civili.

  • ...

Un separatista filorusso a Sloviansk, nell'Est dell'Ucraina.

In un bombardamento d'artiglieria che il 13 agosto ha colpito la zona Est di Lugansk, in Ucraina, sono morti «molti civili».
Lo ha comunicato il Comune della città sul proprio sito internet ufficiale, precisando che il 14 agosto è il 12esimo giorno che Lugansk è senza elettricità e acqua corrente. Nelle ultime ore l'esercito ucraino ha circondato completamente la roccaforte separatista nell'Ucraina orientale, e ha ripreso il controllo della strada che connette la città alla frontiera russa riconquistando il villaggio di Novosvitlivka.
BOMBE VICINO A DONETSK. Lugansk non è l'unica città colpita nelle ultime ore: un civile è morto e altri 11 sono rimasti feriti in un bombardamento che nella notte si è abbattuto sul borgo di Mospino, vicino Donetsk.
Anche il quartiere Budionovski, a Donetsk, è stato colpito dall'artiglieria di Kiev e delle bombe sono esplose nel territorio dell'ospedale numero 12 dell'importante città dell'Ucraina orientale. L'agenzia ufficiale russa Itar-Tass accusa le truppe ucraine di sparare con i poco precisi missili Grad.
Da quanto ha comunicato il portavoce del Consiglio di sicurezza ucraino, Andrii Lisenko nove soldati ucraini sono stati uccisi e 18 sono rimasti feriti nelle ultime 24 ore di combattimento.
DA MARZO 839 CIVILI UCCISI. Secondo il dipartimento sanitario regionale di Donetsk, solo negli ultimi tre giorni di scontro almeno 74 civili sono stati uccisi e 116 sono rimasti feriti.
Dati più inquietanti quelli dall'inizio dei combattimenti: da marzo hanno perso la vita 839 civili e 1.623 sono rimasti feriti.
PROTESTA DAVANTI AL PARLAMENTO. Intanto un migliaio di persone sta protestando davanti al Parlamento ucraino chiedendo che i funzionari pubblici legati al regime dell'ex presidente Viktor Yanukovich siano cacciati. Lo ha riportato l'agenzia Interfax.
Alla manifestazione partecipano attivisti di alcuni movimenti politici, tra cui il partito ultranazionalista 'Svoboda', il gruppo paramilitare nazionalista 'Pravi Sektor' e 'AutoMaidan', un gruppo che durante la rivolta a Kiev organizzava pacifici cortei di auto contro il governo.
I FILORUSSI PERDONO PEZZI. Intanto il 'comandante' dei separatisti filorussi, Igor Strelkov (all'anagrafe Igor Ghirkin), si è dimesso da ministro della Difesa dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk. Il 13 agosto erano circolate voci che il comandante fosse rimasto gravemente ferito, ma i separatisti hanno poi smentito questa notizia. Strelkov è considerato da alcuni analisti il vero anello di congiunzione tra Mosca e i ribelli dell'est, e il governo di Kiev sostiene che si tratti di un colonnello dei servizi segreti militari russi (Gru).

Correlati

Potresti esserti perso