Papa Francesco Bergoglio 140816145051
VISITA PONTIFICIA 16 Agosto Ago 2014 1447 16 agosto 2014

Papa in Corea: 1 milione per la messa di Francesco

Il pontefice: «La cultura del denaro minaccia lavoro e toglie dignità».

  • ...

Il papa in visita in Corea del Sud.

Una folla di 1 milione di persone per Francesco a Seul per la messa del pontefice. Gli organizzatori locali della visita di papa Bergoglio hanno stimato in circa un milione le persone presenti alla messa che il papa, con il cardinale Pietro Parolin e l'arcivescovo Andrew Yeom Soo-jung, ha celebrato presso la Porta di Gwanghwaum di Suel. Durante il rito, celebrato in latino e coreano, il pontefice ha beatificato Paul Yun Ji-Chung, primo martire della Chiesa coreana e altri 123 suoi compagni, uccisi durante la persecuzione del 1791.
Dopo le 124 beatificazioni, il papa ha visitato un centro di recupero per malati gravi e persone sole. La folla lo ha accolto al grido di «Viva Papa». Papa Francesco, al suo arrivo, si è seduto e si è tolto le scarpe per poi camminare scalzo per tutta la durata della visita, più di un'ora e un quarto. Togliersi le scarpe è un'usanza della cultura locale per esprimere grande rispetto.
IL CENTRO DI RECUPERO. La visita al Centro di Kkottongnae, 90 chilometri da Seul, dove ci sono ospedali, case di cura, scuole e residenze per disabili, malati e persone abbandonate, è stato uno degli appuntamenti più significativi del terzo giorno del viaggio papale in Asia. Fondato negli anni '70 da padre John Oh Wooong Jin, il Centro è una struttura grande che riceve dei finanziamenti governativi per le Onlus e si è attirata qualche critica, anche da parte di ecclesiastici. Papa Francesco si è però concentrato sugli ospiti.
LO SPETTACOLO E LE VISITE. Una bimba in abito tradizionale gli ha donato una ghirlanda intrecciata che lui si messo al collo. In una piccola cappella ha incontrato diversi malati, alcuni in carrozzella, e ad alcuni di loro ha posto la mano sul capo. Come ha ricordato il vescovo di Cheongju, la diocesi del Centro, monsignor Gabriel Chang Bong-hun nel suo saluto a papa Bergoglio, la casa ospita anche una cinquantina di bambini disabili abbandonati dalle loro famiglie. Per il papa è stato allestito dai bambini e dai giovani assistiti uno spettacolo. Il papa ha inoltre incontrato tutti i gruppi di ospiti, anziani, malati gravi e molto gravi, anche in stato vegetativo, bimbi in carrozzella, giovani che studiano nel Centro, che ha scuole di ogni grado, dall'asilo all'università. Il luogo ospita circa 200 bimbi, 300 anziani, e diversi altri malati. Vivono qui anche molti bimbi e neonati che cercano una famiglia adottiva.
I DONI PER IL PAPA. Il papa ha dato la benedizione a una lanciatrice del peso vincitrice alle Paralimpiadi. Tra i doni che gli sono stati offerti dagli ospiti del Centro, anche un quadro dipinto da Veronica, che vive su una carrozzella, e alcune gru e tartarughe realizzate da Cecilia, una signora senza braccia che ha regalato al papa anche la foto che la ritrae mentre preparava il dono. Bergoglio dopo aver dato una benedizione in spagnolo, ha offerto, lui stesso, il suo dono per il centro: un mosaico che rappresenta la Sacra Famiglia, eseguito dalla Scuola dei mosaici vaticana. Al termine della visita è stato recitato un Padre Nostro in latino.

Correlati

Potresti esserti perso