Carabinieri 120608113828
INFANTICIDIO 18 Agosto Ago 2014 1223 18 agosto 2014

Bimba uccisa, il padre agli arresti in ospedale

Ancona, attesa la data dell'udienza di convalida per l'uomo.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

È ancora ricoverato in ospedale Luca Giustini, il 34enne di Ancona arrestato per avere ucciso a coltellate la figlioletta Alessia di 18 mesi. L'uomo era stato portato in ospedale perché era apparso in stato confusionale ai carabinieri, che avevano cercato di interrogarlo. Gli investigatori sono in attesa che venga fissata l'udienza di convalida. Ancora ignoti quindi i motivi per cui l'uomo, un dipendente delle Ferrovie, ha colpito più volte con un coltello da cucina la piccola mentre era in culla.
MOMENTO DI FOLLIA. Giustini doveva raggiungere la moglie Sara Bedini, 32 anni, infermiera, l'altra figlioletta di 4 anni e mezzo e alcuni parenti che erano già in spiaggia a Palombina, e stava aspettando che la piccola si svegliasse. Poi però è accaduto qualcosa, un raptus, un momento di follia e il giovane padre ha infierito con il coltello sulla piccola, trapassandole il torace.
PERIODO DI STRESS. Dopo il massacro è stato lui stesso ad avvisare la moglie al cellulare, dicendole che era accaduta una cosa gravissima. Quella del ferroviere sembrava una famigliola serena, senza problemi economici e crisi nell'orizzonte della coppia, descritta da tutti come molto affiatata. Alcuni conoscenti, tuttavia, avevano notato che nell'ultimo periodo il 34enne era parso incupito e sotto stress.

Correlati

Potresti esserti perso