Chiave Bulgara 140818164423
BOOM DI COLPI 18 Agosto Ago 2014 1638 18 agosto 2014

Furti, la chiave bulgara apre tutte le case

Apre tutte le porte. Senza lasciare segni di effrazione.

  • ...

Il prototipo di una chiave bulgara.

Chiudere la porta di casa con quattro mandate. Rientrare in casa reinserendo la chiave nella serratura e trovare l'appartamento totalmente a soqquadro. Sono i cosiddetti 'furti senza scasso', ormai frequentissimi, che permettono ai ladri di richiudere a chiave la porta blindata. Con nessun segno di effrazione. Di conseguenza non tutte le assicurazioni ripagano subito il danno.
È ciò che capita alle vittime della 'chiave bulgara', che utilizzata da gang specializzate, in genere da professionisti dell'Est Europa, è causa di centinaia di colpi.
70 PER CENTO DELLE CASE ITALIANE. Per gli esperti di sicurezza l’unica soluzione per non cadere nel tranello è dotarsi di serrature di ultima generazione, dotate di chiavi piatte e tracciate in modo che i ladri non riescano a replicarle senza avere l’originale in mano. Ma le vecchie chiavi a doppia mandata proteggono ancora almeno il 70% delle case italiane, dove i sistemi di sicurezza attiva, allarmi e videocamere, sono percentualmente pochi o antiquati.
COME SI REALIZZA. Quali tecniche vengono usate per realizzare la chiave bulgara? Come scrive La Stampa, una volta individuato il target, la serratura viene esaminata. Il tutto avviene in pochi minuti, basta avere una valigetta-kit con una serie di chiavistelli di varie misure. All’interno viene inserita la cosiddetta 'chiave morbida' in grado di leggere i codici della serratura, da sovrapporre poi a un secondo attrezzo, ruotandola lentamente da destra a sinistra. Basta tornare alla base e, con un piccolo tornio, si crea la chiave-master. Si dice che ne esisterebbe anche una versione elettronica per le porte blindate di dimensioni più grandi, con i «pistoncini-spia» azionati da un telecomando. In questo modo la mappatura della blindata da violare sarà identica al tracciato originale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso