Papa Francesco Corea 140816091539
PELLEGRINAGGIO 18 Agosto Ago 2014 0737 18 agosto 2014

Papa Francesco vola verso Roma: viaggio in Corea finito

Messa finale a Seul per la riconciliazione.

  • ...

Seul: un milione di persone in strada per seguire l'omelia di papa Francesco (16 agosto 2014).

Il viaggio del papa in Corea si è concluso.
Cinque giorni, cinque località, 10 discorsi, un successo gli incontri con i giovani a Daejon e Hemi.
Mano tesa alle culture e Stati asiatici per un dialogo non solo diplomatico, guardando alla Cina e alla Corea del Nord.
Forte appoggio alla Chiesa coreana fondata dai laici.
Indicazioni pastorali nel senso della solidarietà, inclusione, sostegno ai più deboli della società.
Per Bergoglio si trattava del terzo pellegrinaggio apostolico fuori dei confini italiani dopo quelli a Rio e in Terrasanta.
AEREO PARTITO ALLE 6. L'aereo papale è decollato dalla base aerea di Seul alle 13 ora locale, quando in Italia erano le sei del mattino del 18 agosto.
E il rientro all'aeroporto romano di Ciampino, dopo 11 ore di volo, è previsto intorno alle 17.45 ora italiana.
Nell'ultimo giorno nella capitale sudcoreana, il papa ha celebrato una messa nella cattedrale di Myeong-dong, costruita nel luogo di preghiera delle prime comunità cristiane sin dal 1784.
MESSA FINALE PER LA PACE. La messa era specificamente intitolata 'per la pace e la riconciliazione', per il desiderio di papa Francesco di affidare il problema della divisione del popolo coreano in due Stati prima di tutto alla preghiera e alla buona volontà delle persone e dei popoli.
Il pontefice ha ricordato «la divisione e il conflitto che dura da oltre 60 anni», ricollegandola alla lettura biblica del giorno, che parla della «promessa di Dio di restaurare nell'unità un popolo disperso dalla sciagura e dalla divisione».
Francesco ha spiegato che «il dono della riconciliazione, dell'unità e della pace richiede anche una trasformazione del cuore che può cambiare anche il corso della nostra vita e della nostra storia, come individui e come popolo».
SEUL PROMETTE IMPEGNO. L'arcivescovo di Seul, cardinale Andrew Yeom Soo-jung, salutando il papa in cattedrale, gli ha chiesto «di pregare per noi affinché ci impegniamo per realizzare la piena pace nella nostra penisola e nel mondo».
E lo ha ringraziato perché «in ciascun momento lei ha mostrato l'aspetto migliore della Chiesa».
Subito prima di celebrare la messa, il papa ha incontrato, nel palazzo della vecchia curia, un gruppo di leader religiosi coreani. È probabile che durante il volo papa Bergoglio tenga una conferenza stampa per i 72 giornalisti da 11 testate internazionali che viaggiano con lui.

Correlati

Potresti esserti perso