Mezzi Blindati Russi 140820103220
ALTA TENSIONE 20 Agosto Ago 2014 1030 20 agosto 2014

Ucraina, blindati russi entrano a Lugansk

Bandiera di Kiev sul grattacielo staliniano.

  • ...

Lugansk, capoluogo dell'omonimo oblast, conta 445 mila abitanti.

Una colonna di mezzi blindati russi, compresi carri armati, è arrivata la mattina del 20 agosto a Lugansk in aiuto ai ribelli.
A dare la notizia, su Facebook, è stato un noto esperto militare, Dmitri Timciu.
SUL CAMPO ANCHE 1.200 MILITARI. La giornalista ucraina Anastasia Stanko, citata dal sito 112.ua, ha confermato la notizia riferendo di 150 mezzi blindati in città, tra cui carri armati, sistemi grad e 1.200 militari in uniforme militare russa ma senza distintivi.
Il 19 agosto le truppe di Kiev avevano riconquistato un quartiere di Lugansk, bastione dei miliziani.
ABBATTUTO UN AEREO MILITARE. Nella serata del 20 agosto un aereo militare ucraino SU-25 è stato abbattuto.
Lo ha reso noto il portavoce dell'esercito di Kiev, Andrii Lyssenko aggiungendo che si ignora la sorte del pilota e chi l'abbia colpito.
34 MORTI IN 24 ORE A DONETSK. Resta bollente anche il clima a Donetsk: nella regione, assediata dalle forze ucraine, sono morti secondo le autorità filorusse 34 civili nelle ultime 24 ore. Ventinove i feriti. Il bilancio totale delle vittime dall'inizio del conflitto sale così a 951.
BANDIERA UCRAINA SUL GRATTACIELO STALINIANO. Nel frattempo a Mosca alcune persone hanno issato la bandiera nazionale ucraina gialloblu sulla guglia del grattacielo del lungofiume Kotelniceskaia, che con i suoi 176 metri di altezza è il più maestoso tra i sette grattacieli staliniani della capitale.
FERMATI I SOSPETTATI. Gli autori dell'azione sono riusciti a verniciare a metà anche la stella della sommità di blu, senza avere il tempo - ipotizza Interfax - di aggiungere il giallo per riprodurre ancora i colori nazionali ucraini, ma potrebbe pure essere una scelta voluta dato che la stella ha già il giallo del suo colore dorato originario. La polizia locale ha fermato alcuni giovani, di Mosca e della regione, sospettati del blitz. Potrebbe essere aperta un'inchiesta per atti vandalici.
MOSCA: TEST MISSILISTICI VICINO AL CONFINE. Il governo russo, intanto, ha annunciato per il 20 agosto test di lanci di missili antiaerei e antimissile S300 e S400 da una base nella regione di Astrakan, ad alcune centinaia di chilometri dalla frontiera ucraina. I missili, ha spiegato il colonnello Igor Klimov, sono concepiti per «portare dei colpi in serie contro un eventuale nemico ed eliminare obiettivi ad alta o bassa altitudine e obiettivi balistici». Le manovre, destinate a impegnare 800 soldati, simulano la risposta a un ipotetico attacco aereo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso