Papa Francesco 140818202255
RELAZIONI INTERNAZIONALI 20 Agosto Ago 2014 0922 20 agosto 2014

Vaticano-Chiesa patriottica cinese, Pechino in pressing sul papa

L'appello dei media del Dragone dopo il telegramma di Bergoglio.

  • ...

Papa Francesco.

Papa Francesco scrive alla Cina per la seconda volta e il suo telegramma raggiunge le autorità del Dragone.
A darne notizia sono stati due giornali cinesi China Daily e Global Times - silenzio invece dalla Xinhua, l'agenzia di stampa ufficiale del Paese - che sulla visita del pontefice in Corea hanno dedicato due articoli.
ANALISI DEI RAPPORTI. Così mentre Francesco aveva spedito la sua missiva a Pechino di ritorno da Seul, nell'ex Impero Celeste hanno iniziato a interrogarsi sui rapporti tra la Cina e il Vaticano.
PRESSING SU FRANCESCO. Esperti di materie religiose hanno spiegato che l'appartenenza del papa alla Compagnia di Gesù è sicuramente una buona carta per la Chiesa nei confronti del Dragone, dal momento che i gesuiti hanno una lunga tradizione di rispetto e collaborazione con la Cina, che ha avuto in Matteo Ricci un importante esponente.
APERTURE DEL VATICANO. Entrambi hanno, però, sottolineato come il Vaticano debba riconoscere l'autorità della Chiesa patriottica cinese controllata dal governo, lasciando a lei la scelta e la nomina dei vescovi, considerati leader politici locali.
Inoltre, il Vaticano, è la tesi dei due esperti, deve riconoscere Taiwan come parte della Cina.
CROCIATA CONTRO LE CHIESE. Intanto, sempre sul China Daily, il governo dello Zhejiang ha spiegato che le chiese abbattute, erano tutte costruzioni abusive. Ma la stretta governativa sui culti non si ferma: mentre le autorità cinesi hanno arrestato in tutto il Paese almeno 1.000 membri di una setta autoctona cristiano-protestante, la Chiesa di Dio Onnipotente (quattro persone avrebbero ucciso una donna in un McDonald's) e quattro che avevano aperto due asili cristiani.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso