James Foley Isis 140820124221
DECAPITATO DALL'ISIS 23 Agosto Ago 2014 1522 23 agosto 2014

Il fratello di Foley: «Usa potevano fare di più»

Il reporter si sarebbe offerto di essere il primo ostaggio ucciso.

  • ...

Il giornalista James Foley.

James Foley, il giornalista americano decapitato dai miliziani dell'Isis, si è offerto «senza dubbio» di essere il primo degli ostaggi ad essere messo a morte. Lo ha affermato in un'intervista a Yahoo News suo fratello Michael, che si è anche detto «frustrato» perché secondo lui gli Usa potevano fare di più per ottenere la sua liberazione e quella degli altri ostaggi occidentali.
ESAME DI COSCIENZA. «Spero davvero che in qualche modo la morte di James ci spinga a riesaminare il nostro approccio, la nostra politica su terroristi e negoziati», ha sostenuto Michael Foley, aggiungendo che «se gli Stati Uniti fanno in un modo e l'Europa in un altro, per definizione non funziona».
NON AVEVA PAURA. Michael Foley ha anche affermato di credere che «sfortunatamente» suo fratello si sia offerto di essere il primo tra gli ostaggi ad essere ucciso. «Lui è sempre stato così. Gli importava di più degli altri che di se stesso. Credo che davvero fosse probabilmente il più forte e il più preparato per questo», ha detto ancora, aggiungendo che nel video della decapitazione «si può vedere che non aveva paura».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso