Test Ebola 140824001400
EPIDEMIA 25 Agosto Ago 2014 1042 25 agosto 2014

Ebola, Oms: prevenzione per fermare il contagio

L'organizzazione pubblica le raccomandazioni su internet.

  • ...

Controlli medici sul virus Ebola.

Mentre l'epidemia di ebola continua a espandersi e a mietere vittime, con due morti confermate dal locale ministero della Sanità nella Repubblica democratica del Congo, diventata così il quinto Paese del continente africano raggiunto dal contagio che ha ucciso finora più di 1.400 persone, l'Organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato una scheda sul proprio sito internet, dove fornisce informazioni sulla malattia, sulle modalità di trasmissione e sulla corretta cottura dei cibi.
LA COTTURA DISATTIVA IL VIRUS. Se gli alimenti sono adeguatamente preparati e cucinati, infatti, l'uomo non può contrarre il virus mangiandoli, perché il virus viene disattivato dalla cottura. L'infezione si trasmette anche attraverso il contatto diretto con sangue, fluidi corporei e tessuti di animali o persone infette. Durante un'epidemia, ha ricordato l'Oms, le persone più a rischio di contagio sono gli operatori sanitari, i familiari e chi è stato a stretto contatto con malati e persone decedute.
LE MISURE DI PREVENZIONE. L'organizzazione delle Nazioni unitre ha poi sottolineato che appropriate misure di controllo e prevenzione dell'infezione possono essere adottate per fermare la trasmissione, oltre a cure di supporto per aiutare a ridurre la mortalità. La diffusione dell'infezione può essere controllata anche con l'uso delle misure di protezione raccomandate nelle cliniche e negli ospedali, nelle assemblee di comunità e durante le cerimonie di sepoltura o a casa. Gli animali che possono ospitare il virus e diffonderlo sono scimmie, pipistrelli, piccoli roditori e toporagni.
TRASMISSIONE DA UOMO A UOMO AGGRAVA L'EPIDEMIA. Se nelle precedenti epidemie la fonte iniziale di contagio è stata probabilmente il contatto con animali selvatici attraverso la caccia, la macellazione o la preparazione della loro carne infetta, con successiva trasmissione da uomo a uomo, in quest'ultima epidemia la maggior parte dei casi è il risultato di una trasmissione da uomo a uomo. Per quanto riguarda i cibi, le misure igieniche di base (come lavarsi regolarmente le mani, cambiarsi abiti e stivali prima e dopo aver toccato questi animali e i loro organi) possono prevenire l'infezione degli uomini che hanno contatti diretti con animali infetti, carne cruda e sottoprodotti. La carne di animali malati, ha specificato ancora l'Oms, non deve essere mai consumata.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso