Operazioni Salvataggio Migranti 140824200715
ALLARME 25 Agosto Ago 2014 1300 25 agosto 2014

Immigrazione, Osservatore romano: «Come una guerra»

Il quotidiano del Vaticano: «Ecatombe senza fine».

  • ...

Operazioni di salvataggio di migranti da parte di Nave Espero, nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum.

Un bollettino bellico. Non ha dubbi l'Osservatore romano, che nel parlare delle «stragi quotidiane» di migranti in mare, ha titolato così: 'Come una guerra'.
«Un'ecatombe senza fine: nel Mediterraneo si sta combattendo una nuova, silenziosa guerra. Quella dell'immigrazione», ha scritto il quotidiano della Santa Sede ricordando anche i quasi 4 mila migranti salvati e recuperati tra venerdì 22 e domenica 24 agosto.
200 DISPERSI IN LIBIA. «I numeri dei morti nel Mediterraneo sono dunque ormai quelli di una guerra», ha sottolineato il giornale vaticano nell'articolo sull'«ultima strage» scoperta, quella dei «18 cadaveri recuperati due giorni fa a bordo di un gommone dagli uomini della Marina militare italiana a 120 miglia a sud dell'isola di Lampedusa», che «vanno ad aggiungersi ai circa 200 dispersi che la guardia costiera libica sta ancora cercando».
Intanto, ha aggiunto, «in questo fine settimana gli uomini della Marina e della Guardia costiera hanno salvato 3.500 persone. A Reggio Calabria è arrivata la nave Fasan con a bordo i 1.373 migranti soccorsi nei giorni scorsi».

Correlati

Potresti esserti perso