Esplosione 140826114530
GUERRE DEL FUTURO 26 Agosto Ago 2014 1145 26 agosto 2014

Missile ipersonico: flop dell'arma Usa

Flop dei primi test in Alaska.

  • ...

L'avanzata dell'Isis in Medio Oriente. La Russia che minaccia l'invasione in Ucraina. E la Cina che vuol prendere il controllo dell'Estremo Oriente. Sono tanti i focolai sparsi per il mondo che inquietano gli Stati Uniti. E per non farsi sorprendere Washington sta correndo ai ripari sviluppando un missile ipersonico.
TEST IN ALASKA. Secondo quanto riferito dal quotidiano britannico Daily Mail, il Pentagono sta sperimentando il nuovo ordigno, che fa parte del Conventional Prompt Global Strike program, in una serie di test in Alaska.
Lunedì 25 agosto, però, qualcosa deve essere andato storto, visto che dopo appena quattro secondi dal lancio del missile, capace di viaggiare a Mach 5 (circa 5.800 chilometri all'ora), l'arma è stata distrutta.

ESPLOSIONE NEL LANCIO. Da quanto si è appreso, la missione è stata interrotta per motivi di sicurezza: nessuno è, però, rimasto ferito, secondo il comunicato diffuso da Maureen Schumann, portavoce del dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.
«L'arma è esplosa durante il decollo», hanno spiegato dal Pentagono. Chiarendo il razzo non conteneva una testata.
La decisione di abbattere il missile, stando al racconto di Schumann, è stata presa per «garantire la pubblica sicurezza».
DURO COLPO AL PROGETTO. Riki Ellison, fondatore del no-profit Missile Defense Advocacy Alliance, ha poi aggiunto che il fallimento del test potrebbe decretare la fine del progetto dell'arma ipersonica: nell'ultimo esperimento a non funzionare sarebbe stato un guasto al computer.
Il Pentagono ha ricordato che un test analogo era stato compiuto anche alla fine del 2011, alle Hawaii, e tutto era andato secondo quanto previsto.

SULLE ORME DELLA CINA. Ma che cosa sarebbe la nuova arma allo studio dei militari? Secondo quanto ha svelato il sito Washington Free Beacon, il razzo ipersonico fa parte di un progetto congiunto tra le forze Usa per ideare un ordigno che sia in grado di colpire obiettivi in ogni parte del mondo in meno di un'ora.
Sarebbe, in pratica, una sorta di versione occidentale del Wu-14 cinese, il sistema di lancio di testate nucleari di Pechino che può viaggiare addirittura a Mach 10. Ma anche il Dragone non ha avuto fortuna con il progetto, visto che pure i loro test, come ha riferito il South China Morning Post, sono falliti.
Sempre secondo il Washington Free Beacon, anche Mosca sta valutando sviluppi di armi ipersoniche.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso