Riina 140123111849
INTERCETTAZIONI 27 Agosto Ago 2014 0915 27 agosto 2014

Totò Riina: «Vidi Andreotti, ma non lo baciai»

Stato-mafia, il boss ammette l'incontro.

  • ...

Totò Riina nell'aula bunker di Palermo.

L'incontro tra Totò Riina e Giulio Andreotti ci fu, ma non venne suggellato da un bacio. Ad affermarlo è stato lo stesso boss di Cosa Nostra.
«Balduccio Di Maggio dice che mi ha accompagnato lui e mi sono baciato con Andreotti. Pa… pa… pa», ha detto Riina scuotendo le mani mentre passeggiava nel cortile del carcere di Opera con il boss della Sacra corona unita, Alberto Lorusso.
RIPRESO IN CARCERE. Una smentita a metà, ripresa dalle telecamere della Direzione investigativa antimafia e riportata da La Repubblica in edicola il 27 agosto: «Però con la scorta mi sono incontrato con lui».
I giudici accusarono Andreotti di aver incontrato il boss nel 1987, ma non riuscirono a provarlo. Gli unici due incontri documentati risalevano al periodo 1979-1980, e i fatti erano già andati in prescrizione.
Le parole pronunciate da Lorusso in risposta all'amico e collega mafioso, invece, gettano ombre sugli uomini della scorta del Divo Giulio: «Si tenevano nascosti ed erano fidati, la scorta sua erano fidati».
«ANDREOTTI SALVATO DALLA SCORTA». Circostanza ribadita da Riina: «Questi l’hanno salvato, questi, questi l’hanno salvato e si è salvato per questo. E si salvò».
E non fu l'unico a farla franca, secondo il Capo dei capi, che chiacchierando con Lorusso se l'è presa col suo ex autista Di Maggio, l'uomo che lo fece arrestare e raccontò la storia del bacio: «Balduccio dice che lui si è messo in una stanza ed io sono rimasto con Andreotti. Minchia… ma questo cornuto… minchia figlio di puttana… ce la spuntò, ce l’ha spuntata e se n’è andato assolto».
DIALOGO AGLI ATTI DEL PROCESSO SULLA TRATTATIVA. La versione del boss sembra dunque dare ragione ai pm Roberto Scarpinato e Guido Lo Forte, che durante il processo contro Andreotti sospettarono dei troppi «non ricordo» pronunciati dagli uomini della scorta nel rispondere alle domande.
Il dialogo tra Riina e Lorusso, registrato il 29 agosto 2013, è stato messo agli atti del processo per la trattativa Stato-mafia dai pm Di Matteo, Del Bene, Tartaglia e Teresi.

Correlati

Potresti esserti perso