WEB 1 Settembre Set 2014 1356 01 settembre 2014

4chan, hacker ruba foto di Jennifer Lawrence nuda e altre celebrità

Violati gli account dei cellulari delle star di Hollywood.

  • ...

Gli smartphone delle star violati dagli hacker. Così su internet finiscono decine e decine di scatti privati e selfie senza veli di Jennifer Lawrence, Kaley Cuoco, Ariana Grande, Kate Upton e molte altra ancora.
A ospitare le immagini rubate il sito 4chan.com, fondato da Christopher Poole: una grande bacheca anarchica e priva di controlli su ciò che viene postato, suddivisa in aree tematiche, che pullula di forum slegati fra di loro e gallery pornografiche (guarda le foto).
PRIVACY SCAVALCATA. Tra le star colpite dalla diffuse non autorizzata delle loro immagini intime, c'è già chi è pronto a dare battaglia.
È il caso di Jennifer Lawrence che, attraverso i suoi addetti stampa, ha fatto sapere che si tratta di «una palese violazione della privacy. Le autorità sono state contattate e chiunque posterà le foto rubate verrà perseguito legalmente».
Le foto di Lawrence sono state ottenute forzando il suo account iCloud grazie a un bug contenuto nell'applicazione Trova il mio iPhone: l'anonimo ladro ha anche chiesto dei soldi, attraverso donazioni fatte tramite PayPal, in cambio di due presunti video hard dell'attrice.
TECNICA IGNOTA. Le immagini sembra siano state estratte dalla cache dei dispositivi delle relative proprietarie, non si sa ancora con quale tecnica. Pare anche che gli hacker avessero chiesto il pagamento di un compenso alla rivista scandalistica TMZ, in cambio delle immagini. Ma alla fine hanno optato per la pubblicazione gratuita su 4Chan, specificando: «preferiamo regalarle a voi piuttosto che a TMZ».
L'ELENCO DELLE VITTIME. In base alla lista pubblicata online, tra le vittime della violazione ci sarebbero quasi tutte le dive di Hollywood: da Rihanna a Avril Lavigne, da Hayden Panettiere a Hope Solo. Tra i nomi noti anche la top model Kate Upton e Kirsten Dunst.
A quanto pare, l'anonimo pirata informatico avrebbe sfruttato un bug nel servizio iCloud di Apple, mentre nel frattempo l’autenticità degli scatti rubati è stata confermata dagli interessati.

Correlati

Potresti esserti perso