Eterologa 140729130430
DIRITTI 3 Settembre Set 2014 2030 03 settembre 2014

Eterologa, il 4 settembre prime visite in Toscana

Le prenotazioni sono già 184. Destinate a salire ulteriormente.

  • ...

Una foto di archivio mostra un'inseminazione svolta in laboratorio, con l'iniezione dello spermatozoo nell'ovulo.

Mentre il 4 settembre i governatori delle Regioni dovrebbero dare il via libera alle linee guida sulla fecondazione eterologa, in Toscana, prima a dotarsi di una specifica norma, scatta il primo giorno anche dal punto di vista operativo: già fissati da tempo, infatti, sono in programma i primi appuntamenti in una struttura pubblica con le coppie che hanno intenzione di intraprendere questo percorso.
INCONTRI OGNI GIOVEDÌ. La lista di attesa degli incontri al policlinico fiorentino di Careggi è già piena e già si pensa a raddoppiare la frequenza degli incontri che finora sono segnati in agenda per ogni giovedì.
Le prenotazioni sono già un record: 184, ma il loro numero è destinato a salire, anche se i responsabili del servizio non si aspettavano questa affluenza: «Siamo già pieni fino a febbraio, e per questo si metterà in discussione se raddoppiare con due giorni a settimana», ha spiegato Elisabetta Coccia del dipartimento di ostetrica e ginecologia.
IL 75% VIENE DA FUORI REGIONE. Per le prime otto coppie in lista l'appuntamento con gli specialisti di Careggi è fissato per il 4 settembre, e il 75% dei richiedenti proviene da fuori regione, per la maggior parte da Lazio e Campania, ma «sono arrivate domande da tutta Italia, anche dalle regioni più lontane come Veneto, Sicilia e Molise». Nella maggior parte dei casi, si tratta di coppie in cui è la donna ad avere problemi di fertilità.
PERCORSO DIAGNOSTICO LUNGO UN MESE. Nella prima visita deve essere esaminata la storia clinica della coppia. Gli esperti di Careggi potrebbero richiedere poi ulteriori esami per completare il quadro clinico. «Il percorso diagnostico dura circa un mese», ha detto Coccia. Al termine degli accertamenti le coppia giudicate idonee vengono inserite in una lista di attesa. Una volta entrata in lista, la coppia dovrebbe aver accesso alla terapia vera e propria entro una ventina di giorni. Ma i tempi, di fronte a un così alto numero di richiedenti, potrebbero allungarsi.

Correlati

Potresti esserti perso