Cappio Suicidio 140422111406
ALLARME 4 Settembre Set 2014 1346 04 settembre 2014

Suicidio, rapporto Oms: «Ne avviene uno ogni 40 secondi»

Rapporto Oms: ogni anno nel mondo sono oltre 800 mila. Poveri più a rischio.

  • ...

Un cappio.

Nel mondo sono oltre 800 mila le persone che muoiono per suicidio ogni anno e cioè una persona ogni 40 secondi.
Malgrado ciò «solo 28 Paesi hanno attuato strategie nazionali per la prevenzione».
È questo l'allarme lanciato il 4 settembre dall'Oms (Organizzazione mondiale per la sanità) nel primo Rapporto sulla prevenzione del suicidio, frutto di 10 anni di ricerche e raccolta di dati da tutti i Paesi del globo.
L'Oms ha giudicato la situazione inaccettabile e ha ribadito la necessità di piani d'azione urgenti da parte dei singoli Stati, osservando che il suicidio è una piaga sociale concretamente prevenibile solo con l'attuazione di mirati programmi di prevenzione.
I PAESI POVERI SONO I PIÙ COLPITI. Secondo il Rapporto circa il 75% del totale dei suicidi avviene negli Stati a basso e medio reddito.
Nell'ordine, i Paesi più colpiti sono Guyana, Corea del Sud, Sri Lanka, Lituania, Suriname, Mozambico, Nepal e Tanzania, Burundi, India e Sud Sudan, Russia e Uganda, Ungheria, Giappone e Bielorussia.
I metodi più diffusi per il suicidio invece sono l'avvelenamento, l'impiccagione e le armi da fuoco.
È LA SECONDA CAUSA DI MORTE TRA I GIOVANI. La fascia più alta colpita dall'incidenza del fenomeno è quella degli over-70, anche se in molti Paesi si registra un grande tasso di suicidi tra i giovanissimi. Infatti, sempre secondo il Rapporto, è la seconda principale causa di morte nella fascia di età dai 15 ai 29 anni.
L'Oms ha fatto emergere come le malattie psichiche costituiscano il rischio più importante. La diagnosi precoce e la cura delle depressioni, così come la creazione di sportelli di aiuto per persone in situazioni di crisi sono considerate misure di prevenzione centrali, ma non vanno però sottovalutati altri interventi come la messa in sicurezza di ponti di una certa altezza e di linee ferroviarie.
CHAN: «BISOGNA PRENDERE COSCIENZA». A poco tempo di distanza dalla scomparsa dell'attore Robin Williams, la presentazione del Rapporto Oms, avvenuto a Ginevra, anticipa di qualche giorno la Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio, prevista per il 10 e l'11 settembre, con varie iniziative anche in Italia.
Commentando lo studio, il direttore generale dell'Oms Margaret Chan ha sottolineato che questa tragedia può essere evitata anche proprio grazie a ricerche simili, finalizzate ad «accrescere la presa di coscienza sul fenomeno e chiarire la posta in gioco»

Articoli Correlati

Potresti esserti perso