Maro Latorre 140906102959
INDIA 6 Settembre Set 2014 1030 06 settembre 2014

Marò, chiesto alla Corte il rimpatrio di Latorre

L'intenzione è quella di consentire un suo più rapido ristabilimento.

  • ...

Il fuciliere Massimiliano Latorre.

I legali di Massimiliano Latorre hanno presentato alla Corte Suprema indiana una richiesta per il suo rientro in Italia in modo da «consentire un suo più rapido e completo ristabilimento». Una prima udienza è in calendario per lunedì 8 settembre. Il fuciliere aveva accusato un malore lunedì primo settembre per il quale è stato necessario il ricovero in ospedale.
DECISIONE PRESA IN OCCASIONE DELLA VISITA DEL MINISTRO PINOTTI. La decisione è stata presa in occasione della visita a New Delhi dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti il primo settembre scorso. Durante la visita del ministro si è svolta una riunione con i legali dello studio Titus che difende i fucilieri a cui ha partecipato anche un rappresentante italiano dell'equipe giuridica che assiste il governo nella definizione della strategia per risolvere il caso.
POSSIBILI DIMISSIONI DALL'OSPEDALE DOMENICA 7 SETTEMBRE. La richiesta italiana alla Corte per il ritorno di Latorre in Italia non si basa tanto sulla qualitaà delle cure (che sono adeguate anche in India) quanto sul fatto che patologie come le ischemie cerebrali tendono a recidivare e che è ssolutamente necessario eliminare i fattori di rischio come lo stress, e permettere al paziente di recuperare pienamente in un ambiente sereno e famigliare. Intanto il fuciliere sta continuando la sua degenza in un ospedale della capitale indiana, in condizioni che continuano a essere definite buone, alle prese con specifiche terapie motorie. Da alcune fonti si è appreso che potrebbe essere dimesso nella giornata di domenica 7 settembre.

Correlati

Potresti esserti perso