Ragazzo Morto Napoli 140905124750
NAPOLI 7 Settembre Set 2014 1452 07 settembre 2014

Caso Bifolco, nominati periti di parte

Parole dure da un giudice: «Carabiniere unica vittima».

  • ...

Amici di Davide Bifolco mostrano le foto della vittima.

Vittorio Fineschi sarà perito di parte per l’autopsia, in programma lunedì mattina a Napoli, di Davide Bifolco, il giovane ucciso al Rione Traiano durante un inseguimento da parte di un carabiniere.
Lo ha nominato l'avvocato che assiste la famiglia, Fabio Anselmo.
Il medico legale ha chiesto che, prima dell’esame autoptico, si proceda con una Tac ’come da protocollo internazionale’ con l’obiettivo di fotografare la situazione prima che l’attività del perito settore alteri la conformazione del cadavere.
Consulente balistico è stato nominato l’ingegner Marco Zonaro, che ha lavorato sul caso di Marta Russo, la ragazza uccisa nel 1997 alla Sapienza.
LA DURA ACCUSA DEL GIUDICE. Sul caso Bifolco parole dure sono state affidate a Facebook dal giudice del tribunale di Nocera inferiore Luigi Bobbio, per anni giudice anticamorra a Napoli e poi in politica con Alleanza Nazionale prima e Pdl poi, senatore e, in seguito, sindaco di Castellammare di Stabia, incarico che ha ricoperto fino al 2012.
«L’identikit del bravo ragazzo», scrive, «una volta era ben diverso da quello che oggi qualche sprovveduto vorrebbe appiccicare al morto dell’altra notte». A suo parere «il carabiniere che ha sparato è la sola e unica vittima di quanto è accaduto».
IL PARROCO INVOCA PREGHIERA E PERDONO. Di tutt'altro tenore l'omelia tenuta da Lorenzo Manco, parroco della Maria Immacolata della medaglia miracolosa di Napoli, chiesa sporadicamente frequentata da Davide Bifolco. «In situazioni gravi non possono essere l’odio o il sentimento di vendetta a guidarci, ma la prudenza, l’amore per il fratello, il perdono a sostenere le nostre azioni. E’ importante anche che ci lasciamo guidare dalla preghiera».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso