Daniele Santis 140506134244
INDAGINI 9 Settembre Set 2014 1700 09 settembre 2014

Ultrà, c'è polvere da sparo sui guanti di De Santis

Il tifoso della Roma accusato dell'omicidio di Ciro Esposito.

  • ...

Un altro indizio sembra incastrare Daniele De Santis, l'ultrà della Roma accusato di aver ferito Ciro Esposito, tifoso del Napoli morto in ospedale 50 giorni dopo. Sui guanti del sospetto, infatti, sono state rinvenute «tracce univoche e compatibili con polvere da sparo».
PERIZIA BALISTICA. È quanto emerso dai risultati della perizia balistica depositata il 9 settembre al gip sui fatti del 3 maggio 2014, prima della finale di Coppa Italia.
I periti del Racis, nell'ambito dell'incidente probatorio, hanno effettuato una serie di analisi sui reperti rinvenuti sul luogo della sparatoria e sugli indumenti indossati da De Santis, l'ultrà romanista accusato, insieme ad altre 4 persone, dell'omicidio volontario di Esposito.
«HA SPARATO UNA SOLA PISTOLA». Secondo quanto accertato, a sparare «è stata una sola pistola». Per i periti «i cinque bossoli recuperati e i proiettili estratti dai corpi dei feriti (tutti tifosi del Napoli) sono compatibili con l'arma» utilizzata da De Santis. Anche «un proiettile inesploso, forse perché l'arma si era inceppata, presenta segni compatibili con la pistola».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso