Carabinieri 140910215420
TRAGEDIA FAMILIARE 10 Settembre Set 2014 1735 10 settembre 2014

Alghero, uccide il marito nel sonno dopo una lite

Roberta Gasperini, 44 anni, arrestata dopo lungo interrogatorio.

  • ...

Agenti nel nucleo di investigazioni scientifiche dei carabinieri.

Un raptus incontrollabile, al termine dell'ennesima lite ha portato ad una tragedia famigliare ad Alghero. Roberta Gasperini, 44 anni, per niente soddisfatta di come era andata la discussione, si è presentata in camera da letto con un coltello da cucina e ha sorpreso nel sonno il marito, Pietro Girardi, di 52 anni, colpendolo a morte con almeno tre fendenti.
La donna è poi stata arrestata dopo un lungo interrogatorio. La coppia, originaria di Vergiate, in provincia di Varese, viveva tra casa propria in Lombardia e la città sarda.
Da quattro i due anni avevano affittato una villetta indipendente con l'intenzione di trasferircisi prima o poi.
I CARABINIERI AVVISATI DALLA FIGLIA. Con loro anche la figlia di 22 anni. È stata quest'ultima, nel pomeriggio di mercoledì 10 settembre, intorno alle 16, a chiedere l'intervento dei carabinieri. Sul posto sono intervenuti gli uomini del comando provinciale di Sassari, della compagnia di Alghero e del nucleo investigativo. Con loro il pubblico ministero Corinna Carrara e il medico legale Salvatore Lorenzoni.
LA TRAGEDIA DOPO L'ENNESIMA LITE. Sulla dinamica dell'omicidio sembrano esserci pochi dubbi. I due coniugi, che al momento non avevano una occupazione stabile, hanno avuto l'ennesima discussione. Ultimamente succedeva spesso, e anche di recente la donna era stata costretta a rivolgersi alle cure mediche a causa delle percosse subite. Dopo la lite, l'uomo si è ritirato in camera da letto e si è addormentato. Lei, assalita dalla collera, ha impugnato un coltello da cucina e l'ha colpito nel sonno, uccidendolo appunto con almeno tre colpi.
È previsto che sia l'esame del medico legale a confermare con certezza questo dettaglio e l'ora esatta del delitto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso