Opossum 140910173020
SCIENZA 10 Settembre Set 2014 1726 10 settembre 2014

Australia, nelle feci degli opossum batteri che divorano la carne

Infezioni nello stato di Victoria. Il pericolo viene dagli opossum.

  • ...

Le feci degli opossum contengono i batteri responsabili dell'ulcera di Buruli.

Gli opossum, i simpatici marsupiali presenti in natura con almeno 75 specie diverse, potrebbero rappresentare un grave pericolo per la salute di noi esseri umani, e per quella della nostra carne in particolare: le loro feci, secondo uno studio del Victoria's Barwon Health, ospitano infatti un batterio che la divora, provocando gravi ulcere.
SFREGI PERMANENTI. Gli esperti in malattie infettive del Victoria's Barwon Health hanno scoperto che gli opossum possono trasportare i batteri responsabili, chiamati Buruli. L'ulcera di Buruli è descritta dall'Organizzazione mondiale della sanità come una malattia «cronica della pelle, che provoca infezioni dei tessuti molli, sfregi permanenti e disabilità». Daniel O'Brien, ricercatore che ha condotto lo studio sugli opossum, ha dichiarato le feci di questi animali sono ricche dei batteri carnivori.
NECESSARIE ULTERIORI RICERCHE. Tuttavia, per stabilire se il contatto con le feci degli opossum è in grado di causare l'ulcera negli esseri umani, saranno necessarie ulteriori ricerche. I microrganismi nel mirino appartengono alla stessa famiglia degli agenti patogeni responsabili della tubercolosi e della lebbra. L'infezione, se non trattata in tempo, può condurre a disabilità a lungo termine.
COLPITI SOPRATTUTTO I BAMBINI SOTTO I 15 ANNI. L'Oms ha fatto sapere che la maggior parte delle persone che hanno contratto l'infezione sono bambini al di sotto dei 15 anni. Per combatterla, è necessario un lungo periodo di trattamento con antibiotici, e spesso occorre fare ricorso all'intervento chirurgico. Alcuni casi di persone colpite dalla malattia sono stati segnalati nelle aree tropicali e subtropicali, e il dottor O'Brien ne ha confermato il verificarsi in Australia, nello stato di Victoria.

Correlati

Potresti esserti perso