Obama 140911205521
RICORDO 11 Settembre Set 2014 1500 11 settembre 2014

11 settembre, Obama: «Mai cedere alla paura»

Discorso presidenziale all'anniversario.

  • ...

Il presidente americano Barack Obama con la moglie Michelle e il suo vice Joseph Biden commemorano le vittime dell'11 settembre.

Un invito a non aver paura nell'anniversario della più grande tragedia della storia americana. Intervenendo al Pentagono in occasione del 13esimo anniversario degli attentati dell'11 settembre 2001, Barack Obama si è così rivolto al popolo statunitense: «Gli americani vanno avanti e non devono mai soccombere alla paura».
Alcuni lenti rintocchi di una campana a Ground Zero hanno ricordato questa mattina alle 8.46 il momento esatto in cui 13 anni fa il primo degli aerei dirottati dai terroristi di al Qaida si schiantò contro la Torre Nord del World Trade Center.
SILENZIO E MANO SUL CUORE. Allo stesso tempo, il presidente e la first lady Michelle, con la mano destra sul cuore, hanno osservato un minuto di silenzio in una cerimonia alla Casa Bianca.
E alle 9.03, una seconda pausa è stata osservata a New York durante l'annuale lettura dei nomi delle circa 3 mila vittime per ricordare il momento in cui il secondo aereo si è schiantato sulla Torre Sud.
E ancora un attimo di silenzio all'ora in cui il terzo aereo si schiantò sul Pentagono e il volo 93 su un campo in Pennsylvania.
In una sovrapposizione forse non casuale, Obama ha ricordato il peggior attacco all'America quando già nel suo discorso alcune ore prima - annunciando una campagna di raid aerei contro l'Isis - aveva di fatto ufficialmente aperto un nuovo fronte della lotta al terrorismo.
«USA SEMPRE PIÙ FORTI». «Non importa cosa succede lungo la nostra strada», ha spiegato, «l'America ne verrà sempre fuori più forte». Nel suo intervento, il capo del Pentagono Chuck Hagel ha poi sottolineato come «l'America deve sempre affrontare delle sfide, a cui deve sempre rispondere unita».
«Oggi rendiamo onore a tutti coloro che hanno compiuto l'estremo sacrificio in questi 13 anni, oltre 6.800 patrioti americani».
Questi, ha ricordato il presidente americano, sono stati 13 anni di «ricostruzione e rinnovamento». «L'amore è la riposta ultima all'odio mostrato» quel settembre del 2001.
GROUND ZERO SENZA RESTRIZIONI. In questi 13 anni Lower Manhattan è profondamente cambiata. Molte zone non sono più off limits. Sono state tolte gran parte delle recinzioni ed è nata la Freedom Tower, che è attualmente l'edificio più alto dell'emisfero occidentale.
E Ground Zero è stata aperta al pubblico senza restrizioni, dalle sei di pomeriggio fino alla mezzanotte, solo per l'11 settembre.
È nato anche 'National September 11 Memorial Museum', mentre la Family Room, divenuta una sorta di santuario per i familiari delle vittime e sino a ora situata in un grattacielo al numero uno di Liberty Plaza, è stata trasferita ad Albany, nello Stato di New York.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso