Orsa Daniza 140911101000
IL CASO 11 Settembre Set 2014 1016 11 settembre 2014

L'orsa Daniza morta durante la cattura

L'orsa uccisa dall'intervento di telenarcosi.

  • ...

L'orsa Daniza ritratta nei boschi del Trentino (foto di Claudio Groff, archivio servizio foreste e fauna della provincia autonoma di Trento).

L'orsa Daniza non ce l'ha fatta. L'animale, nel mirino dallo scorso Ferragosto per aver aggredito, in presenza dei propri cuccioli, un uomo nei boschi del Trentino, non è sopravvissuto alla narcosi effettuata nella notte per catturarlo. In Rete sono immediatamente divampate le polemiche: il sospetto è che la dose eccessiva di anestetico non sia stata frutto di un errore, ma della volontà di uccidere la mamma orsa.
INTERVENTO DI TELENARCOSI. «In ottemperanza all'ordinanza che prevedeva la cattura dell'orsa», ha spiegato una nota della Provincia di Trento, «dopo quasi un mese di monitoraggio intensivo, la scorsa notte si sono create le condizioni per intervenire, in sicurezza, con la telenarcosi. L'intervento della squadra di cattura ha consentito di addormentare l'animale, che tuttavia non è sopravvissuto».
CATTURATO E LIBERATO UN CUCCIOLO. «È stato possibile catturare con la medesima modalità, per poi prontamente liberarlo», ha aggiunto la nota della Provincia, «anche uno dei due cuccioli, che è stato dotato di marca auricolare per assicurargli il costante monitoraggio. A tal fine sul posto è già operativa la squadra d'emergenza».

APERTA UN'INDAGINE. La Provincia ha concluso spiegando che dell'episodio sono stati informati il ministero dell'Ambiente, l'Ispra e l'autorità giudiziaria. Per Daniza l'autopsia è prevista già in giornata. Mentre il Corpo forestale dello Stato ha aperto un'indagine, ipotizzando i reati di maltrattamento di animali e uccisione senza motivo reale dell'animale. Nell'agosto scorso, era stata inviata una lettera al ministero dell'Ambiente e al presidente della Provincia di Trento esprimendo perplessità sull'iniziativa di catturare e isolare in cattività in una struttura solo l'orsa, peraltro senza i propri cuccioli.
SBRANATE ALCUNE PECORE. Un boscaiolo di Borzago, intanto, ha riferito che negli ultimi giorni Daniza avrebbe sbranato alcune pecore. In particolare, l'uomo ha raccontato di essersi trovato nella notte tra il 9 e il 10 settembre a tu per tu con l'orsa uscita da un ovile dove aveva appena ucciso otto. Il plantigrado si sarebbe alzato sulle zampe posteriori con l'intenzione di attaccare con le zampe anteriori. Il boscaiolo è riuscito però a scappare in tempo. Pochi giorni addietro, la stessa Daniza, notata con i cuccioli a Caderzone Terme e a Bocenago, avrebbe ucciso altre pecore e una capra.

Correlati

Potresti esserti perso