Petro Poroshenko 140614170401
TENSIONE 12 Settembre Set 2014 0956 12 settembre 2014

Poroshenko: «La Crimea tornerà sotto l'Ucraina»

Il presidente chiede più aiuto alla Nato.

  • ...

Petro Poroshenko.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko, dopo aver già sottolineato di non voler concedere territori alla Russia, ha ribadito la promessa che la Crimea tornerà sotto Kiev e che questo «avverrà non necessariamente» con l'uso delle armi. Mosca si è annessa la penisola russofona sul Mar Nero a marzo dopo un'invasione militare «soft» e un controverso referendum.
E per aumentare la sua forza ha anche sottolineato che «l'Ucraina punta a ottenere nel prossimo futuro uno status speciale di cooperazione con la Nato».
SCAMBIO DI PRIGIONIERI. Sul campo, comunque, la tensione sembra distendersi, visto che 36 militari di Kiev sono stati liberati, mentre altri 21 sono stati rilasciati l'11 settembre. I filorussi dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk hanno confermato di aver liberato 36 soldati in cambio di 31 miliziani precisando che «Kiev ha promesso di rilasciarne altri cinque».
TERREMOTO IN BORSA. L'agitazione, invece, arriva dalla finanza, con un nuovo record negativo per il rublo russo, che nella mattina del 12 settembre è arrivato a quota 37,72 per un dollaro in concomitanza con l'entrata in vigore delle nuove sanzioni europee contro la Russia che colpiscono finanza, energia e difesa. In calo anche la Borsa di Mosca, con l'indice Micex (in rubli) che segna -0,18% e l'Rts (in dollari) a -0,63%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso