Nangyuan 140915215352
CRIMINE 15 Settembre Set 2014 2154 15 settembre 2014

Thailandia, due turisti uccisi in spiaggia

Sono inglesi. Corpi seminudi e volto sfigurato a colpi di zappa.

  • ...

L'isola di Koh Tao, in Thailandia.

Due giovani turisti inglesi - un ragazzo e una ragazza - sono stati trovati morti la mattina del 15 settembre su una spiaggia dell'isola thailandese di Koh Tao, con violenze sui corpi che fanno pensare a un possibile stupro finito con un duplice omicidio. Lo ha dichiarato la polizia locale.
GIOVANI BRITANNICI. Le vittime sono state identificate ufficialmente, si tratta di due britannici: David Miller, 24 anni, da Jersey, e Hannah Witheridge, 25enne di Great Yarmouth, presso Norfolk.
I cadaveri dei due giovani (arrivati separatamente in Thailandia il 25 agosto e conosciutisi sull'isola) sono stati trovati seminudi vicino a una scogliera sulla spiaggia di Sairi, con il volto sfigurato dai colpi di un oggetto contundente. Poco lontano è stata ritrovata una zappa macchiata di sangue, che si crede sia stata usata dall'omicida.
La polizia locale sta cercando un altro turista britannico, del quale non è stato rivelato il nome, che conosceva i due e che avrebbe fatto perdere le proprie tracce.
CACCIA ALL'ASSASSINO. I due ragazzi avevano partecipato a un party sulla spiaggia la sera del 14 settembre, e sono stati probabilmente sorpresi poco prima di rientrare nel loro bungalow. Gli investigatori stanno esaminando tutte le videocamere che hanno effettuato riprese nella zona. Ma stanno anche setacciando il mondo dei lavoratori stranieri impegnati come dipendenti delle numerose attività turistiche del posto.
Dopo il macabro ritrovamento, sull'isola è scattata una caccia all'assassino, con la popolazione che ha aiutato la polizia a chiudere tutti i moli per evitare una fuga nel caso il colpevole sia ancora sull'isola.
Koh Tao, nel Golfo di Thailandia, è un'isola che attrae in particolare giovani turisti europei, e offre alcuni tra i più affascinanti fondali marini per le immersioni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso