ALLERTA 19 Settembre Set 2014 1510 19 settembre 2014

Maltempo, bomba d'acqua su Firenze

Tromba d'aria e grandine. Uffizi e musei chiusi. Crollo in una scuola: 5 feriti.

  • ...

Allarme maltempo in Toscana.
Allagamenti a Firenze e provincia per l'improvvisa bomba d'acqua e gradine che si è abbattuta sulla città, causando gravi problemi anche al traffico. Infiltrazioni d'acqua nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio e al museo di Santa Croce, alberi caduti in varie zone della città, sulla Firenze-Pisa-Livorno e sulla Firenze-Siena. Una tromba d'aria ha causato problemi anche nell'empolese dove il forte vento ha scoperchiato il capannone di una fabbrica.
CHIUSURA D'EMERGENZA PER I MUSEI. Gli Uffizi sono stati chiusi d'emergenza come altri musei del polo fiorentino, per verificare le conseguenze della bomba d'acqua accompagnata dalla forte grandinata. Lo ha comunicato con un tweet lo stesso Polo museale scrivendo sul proprio profilo: «Bomba d'acqua su #Firenze. Musei di #Pitti, #SanMarco, #Davanzati e #Uffizi chiusi per controlli».
Il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha già convocato l'unità di crisi della Protezione civile, ha invitato i cittadini a limitare l'uso delle auto e l'attività all'aperto. Dopo la prima bomba d'acqua che si è abbattuta sulla città le previsioni parlano di rischio di forti temporali anche nelle prossime ore.
CROLLO ALL'INTERNO DI UNA SCUOLA. Non sono mancati problemi anche in alcune scuole: l'elementare don Milani è stata evacuata, mentre cinque persone, tutte adulte, sono rimaste ferite per un crollo all'interno della scuola elementare di Lazzeretto, frazione di Cerreto Guidi, dove si è abbattuto un violento nubifragio con forte grandinata. Tra queste, pare siano state colpite dal crollo due maestre.
Nella frazione è intervenuto l'elisoccorso Pegaso che è atterrato nel campo sportivo, e due punti medici avanzati sono stati allestiti a Lazzeretto. Secondo l'Asl 11 una ventina di persone hanno avuto necessità di soccorsi da parte del 118.

Forti disagi anche nel Pisano, dove i vigili del fuoco stanno effettuando decine di interventi per far fronte ai danni provocati dall'ondata di maltempo, probabilmente accompagnata da una violenta tromba d'aria, che nella tarda mattinata si è abbattuta in città e nella zona tra San Giuliano Terme e Vecchiano, a Nord del capoluogo. I pompieri sono stati subissate da decine di richieste di soccorso per la caduta di alberi su strada, pali della luce danneggiati, tetti scoperchiati e allagamenti.
BOMBA D'ACQUA NEL PISANO. Per circa un'ora Pisa e i comuni limitrofi sono stati colpiti da un'autentica bomba d'acqua: nel capoluogo sono caduti 18 millimetri di pioggia in pochi minuti e il vento ha superato i 28 nodi, circa 50 chilometri orari, spezzando rami di alberi che sono finiti sulle strade e, nell'area industriale di Migliarino pisano, danneggiando le coperture dei capannoni di alcune aziende. Sul viale delle Piagge, a Pisa, è caduto un tiglio, senza provocare feriti.
ALBERI CADUTI SULL'AURELIA. Danni registrati anche nella zona della Darsena, dove le strade del quartiere del porto si sono trasformate in veri e propri fiumi d’acqua. Pioggia e vento hanno fatto cadere anche alcuni alberi nel tratto della statale Aurelia che attraversa la città e in alcuni quartieri periferici. Si sono verificati danni anche a causa dei tanti fulmini che si sono abbattuti sulla zona.
COLPITA ANCHE LA PERIFERIA DI LUCCA. Pioggia e vento forte anche in Lucchesia. Particolarmente colpite le zone periferiche di Vorno (nel comune di Capannori) e Pontetetto a Lucca dove sono stati registrati danni ad abitazioni ed esercizi commerciali a causa di infiltrazioni d'acqua dalle coperture e black out elettrici. I vigili del fuoco hanno dovuto compiere numerosi interventi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso