Immigrazione 140922094620
MARE NOSTRUM 22 Settembre Set 2014 0945 22 settembre 2014

Immigrazione, 590 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia

Recuperati anche 55 superstiti del gomme naufragato al largo delle coste della Libia.

  • ...

Le operazioni di soccorso della Marina Militare a imbarcazioni provenienti dalle coste del Nord Africa.

Giornata intensa, domenica 21 settembre, per le navi della Marina Militare impegnate nell'operazione Mare Nostrum, intervenute nelle ultime 24 ore in tre operazioni di soccorso a imbarcazioni provenienti dalle coste del Nord Africa, imbarcando numerosi migranti anche da navi mercantili che hanno supportato le operazioni nello Stretto di Sicilia.
Tra questi, anche i sopravvissuti al naufragio di un gommone avvenuto a 30 miglia dalle coste libiche che conta almeno 10 morti e una trentina di dispersi.
SOCCORSO IL GOMMONE. Il pattugliatore Sirio - ha riferito la Marina Militare - ha soccorso a Sud di Lampedusa un gommone con 105 migranti tra cui una donna e un minore. Al termine del recupero, la nave si è diretta nell'area dove la motonave Stjerneborg (Singapore) ha soccorso numerosi naufraghi del gommone affondato.
Un elicottero Eh 101 della Marina Militare è decollato dalla base di Lampedusa per supportare le operazioni di ricerca e soccorso.
RECUPERATI ALTRI MIGRANTI. Il pattugliatore Sirio, ultimato il trasbordo dei 55 naufraghi soccorsi dalla motonave Stjerneborg, è rimasto in area per continuare le ricerche di eventuali altri superstiti.
La fregata Aliseo, durante la notte, ha poi soccorso 96 migranti da una imbarcazione in legno.
La nave anfibia San Giusto ha recuperato 105 migranti da un gommone in condizioni di precaria galleggiabilità e successivamente ha imbarcato 229 migranti già recuperati dalla nave mercantile Bourbon Orca (Norvegia).
La motovedetta Cp302 ha, infine soccorso 33 migranti da una imbarcazione trasportandoli a Lampedusa. Tra loro anche una donna incinta.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso