Addetto Call Center 140923200420
LO STUDIO 23 Settembre Set 2014 2001 23 settembre 2014

Istat, classifica dei lavori più infelici

I meno soddisfatti sono gli operatori dei call center e le colf.

  • ...

Secondo l'Istat i lavoratori dei call center sono i meno soddisfatti del proprio lavoro.

Addetti ai call center, telefonisti, personale domestico e venditori a distanza. Sono queste le categorie che, secondo lo studio condotto da Istat e Isfol, sono le meno soddisfatte per quanto riguarda la propria condizione professionale. Non va meglio a chi svolge professioni tecniche nei musei, negli uffici giudiziari e nell'ambito dei servizi statistici.
In fondo alla classifica, i bidelli, gli addetti al lavaggio dei veicoli, i benzinai.
LA SENSAZIONE DI INSICUREZZA. Per quanto riguarda la percezione di insicurezza del proprio lavoro, primi si classificano i «conduttori di veicoli a trazione animale», seguiti da addetti ai call center, guide turistiche, e lavoratori del mondo dello spettacolo e dell'arte. Capovolgendo il punto di vista, i più sicuri sono i magistrati, il personle delle forze di sicurezza, i docenti universitari, gli ambasciatori e gli alti dirigenti della Pubblica amministrazione.
Lo studio ha poi fotografato il numero di occupati, diminuito dal 2008 al 2012 di 500 mila unità. I più colpiti sono gli operai specializzati e gli artigiani (-555 mila posti).
I RISCHI DELLA COMPUTERIZZAZIONE. E il futuro non è certo roseo. Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, commentando le ricerche di alcuni economisti europei, ha fatto notare che il 47% degli attuali posti di lavoro sono a rischio estinzione nel giro di 10 o 20 anni a causa dell'automazione.
Una tendenza che potrebbe colpire anche il Vecchio Continente. Con i dovuti distinguo, «l'Italia si trova tra i Paesi in cui un più ampio numero di posti di lavoro sarebbero vulnerabili alla computerizzazione: il 56% contro il 51% in Germania, il 50% in Francia e il 47% nel Regno Unito. Potremmo non aver ancora visto tutto l'impatto dell'innovazione tecnologica», ha messo in guardia il governatore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso