Papa Bergoglio Francesco 130319195946
PEDOFILIA 24 Settembre Set 2014 1827 24 settembre 2014

Wesolowski agli arresti domiciliari nel Collegio dei Penitenzieri

L'ex nunzio è stato trasferito nel convento gestito dai confessori di San Pietro.

  • ...

Città del Vaticano: veduta di piazza San Pietro dall'alto al termine della messa di papa Francesco.

Jozef Wesolowski è stato trasferito in una stanza presso il Collegio dei Penitenzieri, nel palazzo del tribunale vaticano, all'interno della Città leonina.
L'ex arcivescovo polacco era stato arrestato il 23 settembre per volere di papa Francesco con l'accusa di abusi su minori commessi mentre era nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana.
«MOTIVI LOGISTICI». La sistemazione nel convento, spiegano i prelati, è dovuta più che altro a un fattore 'logistico', poiché si tratta di un «luogo all'interno del Vaticano» e permette quindi di dare alloggio all'indagato fino alla fine del processo. Bocche cucite, invece, su come l'ex nunzio polacco abbia trascorso la sua prima notte agli arresti domicilari tra le mura della cella conventuale.
ADATTO ALLA MEDITAZIONE. Di certo, il luogo prescelto per la sistemazione di Wesolowski è adatto per la meditazione e la penitenza spirituale, in attesa di quella della giustizia terrena.
I religiosi del Collegio dei Penitenzieri, infatti, sono i confessori della basilica di San Pietro. Si tratta di una piccola comunità monastica di 14 frati minori conventuali, guidati dal rettore - padre Rocco Rizzo - che si alternano ai confessionali della basilica papale, con turni di cinque ore al giorno. Oltre a una buona preparazione in teologia morale e diritto canonico, i frati conoscono almeno due lingue, dato l'afflusso di pellegrini da tutto il mondo.
INIZIO DEL PROCESSO PREVISTO PER FINE 2014. Il Collegio si trova a pochi passi dalla residenza di Santa Marta, casa di papa Francesco. Il complesso sorge su due piani, situato proprio sopra l'austera aula del Tribunale penale vaticano, prossima sede del processo. Qui Wesolowski, il quale rischia fino a 7 anni di carcere, dovrebbe comparire a fine 2014 o, più probabilmente, nei primi mesi del 2015.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso