Cina Attacco Terroristico 140926165210
STRAGE 26 Settembre Set 2014 1652 26 settembre 2014

Cina, ancora sangue: decine di morti nel Xinjiang

La polizia ha attaccato gli assalitori in un conflitto a fuoco: «Serio attacco terroristico».

  • ...

Circa 40 assalitori sono morti sotto i colpi degli agenti o facendosi saltare in aria.

Sarebbero 50 le persone che hanno perso la vita nel corso dell'ennesima esplosione di violenza nel Xinjiang, la tormentata regione del Nord-Ovest della Cina dove secondo i media si contano anche decine di feriti.
Il sito web Tianshan, controllato dal governo locale, ha comunicato che le violenze sono iniziate domenica 21 settembre nella località di Luntai con una serie di esplosioni che hanno preso di mira un ristorante, un mercato all'aperto e due commissariati di polizia provocando la morte di due poliziotti, due impiegati e sei passanti, e causando una cinquantina di feriti.
CONFLITTO A FUOCO TRA POLIZIA E ASSALITORI. La polizia, ha affermato il sito, ha sostenuto che si è trattato di un «serio attacco terroristico» ed ha «prontamente reagito», impegnando gli assalitori in un conflitto a fuoco: 40 di loro sono morti sotto i colpi degli agenti oppure «facendosi saltare in aria con degli esplosivi».
Il Xinjiang è scosso dal 2009 da gravi episodi di violenza causati dallo scontro tra l'etnia locale degli uighuri, turcofoni e di religione islamica, e gli immigrati dalle altre regioni della Cina, che sono di etnia han.

Correlati

Potresti esserti perso