101018111300
CHOC 26 Settembre Set 2014 1851 26 settembre 2014

Verona, interviene per un incidente stradale e scopre che la vittima è la figlia

Dramma per un carabiniere in Veneto: riconosciuta l'auto della giovane 26enne.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

La morte in un incidente stradale di una ragazza di 26 anni è una tragedia.
Ma il dramma può diventare ancora più atroce se a scoprire l'identità della vittima è il padre della giovane, intervenuto sul luogo perché è il comandante della sezione locale dei carabinieri.
Così è accaduto a Pastrengo, in provincia di Verona, nella notte del 26 settembre.
Poco dopo le due del mattino un’auto, guidata da Eleonora Cipriani, è uscita di strada poco dopo una curva, andando a finire con il tetto sopra il guard-rail. Quest’ultimo ha rotto il parabrezza, conficcandosi esattamente sul lato del conducente.
La ragazza è morta sul colpo, a causa di una grave ferita alla testa.
INUTILI I SOCCORSI. Seduta accanto a lei c’era un’amica, che è rimasta illesa. È stata lei a chiamare i soccorsi.
Il destino ha voluto che proprio il padre, il comandante Nicola Cipriani di Pescantina, si recasse sul posto per effettuare i rilievi: ha scoperto così la morte della figlia.
Dopo l’intervento dei soccorritori, l’incarico è stato trasferito ai carabinieri di Bussolengo, per sollevare il padre da quell'ingrato compito.
L’incidente è avvenuto sulla strada che in prossimità dell’Adige, in tratto stretto e tortuoso.
Secondo i carabinieri l’auto viaggiava a velocità non sostenuta, attorno ai 40 chilometri orari.

Correlati

Potresti esserti perso