Ontake 140927194923
TRAGEDIA 27 Settembre Set 2014 1945 27 settembre 2014

Giappone, erutta il vulcano Ontake

Trenta feriti gravi. Bloccati a decine. Il premier Abe decide di mobilitare l'esercito.

  • ...

L'eruzione del vulcano Ontake.

Il vulcano Ontake si è risvegliato nel Giappone centrale dopo sette anni di relativa quiete e ha colto di sorpresa 250 escursionisti impegnati a scalare una tra le mete naturali più popolari dell'autunno nipponico: incerto il bilancio: più di 30 feriti gravi (di cui oltre 10 privi di conoscenza), sette o forse 11 dispersi e una vittima, su cui è mancata in serata la conferma ufficiale.
Un'eruzione esplosiva spettacolare di cenere e sassi, ripresa accidentalmente da una troupe della tivù pubblica Nhk, avvenuta alle 11.53 locali, le ore 4.53 in Italia.
«NON SI VEDEVA OLTRE I 15 CM». Drammatico il racconto dei sopravvissuti: «Era difficile respirare e vedere oltre i 15 centimetri», ha raccontato un uomo ancora ricoperto di cenere. Un altro, ai microfoni della Nhk, ha parlato di «un boato», di un pennacchio di cenere «venuto giù come una valanga» e di «massi che cadevano come proiettili».


I numeri più accreditati, in base ai conteggi di vigili del fuoco, polizia e autorità locali, hanno dato un totale di 230 persone riuscite a fuggire subito o nel pomeriggio, quando la coltre di cenere s'è depositata facendo aumentare la visibilità, mentre altre 41 sono rimaste bloccate in attesa d'aiuto, tra i lavoratori dei rifugi e i feriti. Una donna è stata data per deceduta a causa delle ferite, ma nella notte i media nipponici hanno menzionato la «mancanza di una conferma ufficiale».
ABE MOBILITA L'ESERCITO. Il premier Shinzo Abe, appena tornato da New York dopo aver partecipato all'assemblea dell'Onu, ha deciso di mobilitare l'esercito. «Faremo di tutto per prestare soccorso nel più breve tempo possibile», ha affermato. La Japan Meteorological Agency ha ammesso una certa sorpresa per il fenomeno, visto che i dati di metà settembre avevano rilevato terremoti di tipo vulcanico in zona, ma non di entità da giustificare un allarme su scala diffusa. «Era veramente difficile da prevedere», ha spiegato Sadayuki Kitagawa, un funzionario della Jma, in una conferenza stampa, aggiungendo che il livello di allerta è di 3, sulla scala massima di 5.
ULTIMA ERUZIONE NEL 1979. L'agenzia ha invitato a restare 4 km lontani dal cratere e messo in guardia dal rischio di nuova attività. Alcuni residenti sono stati allontanati, mentre il trasporto aereo ha subito ritardi per la nuvola di cenere, salita oltre i 10 mila metri. L'ultima grande eruzione dell'Ontake risale al 1979, con la fuoriuscita di 200 mila tonnellate di cenere, alla quale sono seguite quelle di minore entità del 1991 e del 2007. Il vulcano, secondo per popolarità e altezza soltanto al Fuji-san, si trova tra le prefetture di Nagano e Gifu ed è noto per la salita relativamente facile, grazie alla presenza di diversi rifugi e di una funivia. Il periodo migliore è tra fine settembre e ottobre, grazie al suggestivo scenario autunnale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso