Milazzo Raffineria Mediterranea 140927082757
AMBIENTE 27 Settembre Set 2014 0800 27 settembre 2014

Milazzo, incendio alla Raffineria Mediterranea

In fiamme un deposito che contiene un milione di litri di carburante. No feriti.

  • ...

Un incendio di vaste proporzioni si è sviluppato nella notte tra il 26 e 27 settembre all'interno della Raffineria Mediterranea di Milazzo.
Le fiamme (che si possono vedere a diversi chilometri di distanza) hanno colpito un deposito che contiene un milione di litri di carburante. Non si sono registrati feriti.
Sul posto sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco provenienti da Milazzo e Messina, oltre a quelle del servizio di sicurezza della Raffineria.

Stando alle informazioni fornite dalla centrale operativa, la situazione è «sotto controllo» e non è stato predisposto alcun piano di evacuazione della zona. Centinaia di famiglie che risiedono nella zona hanno preferito comunque allontanarsi in auto per paura intasando le strade del comprensorio.

Il rogo si è sviluppato intorno alle 0,45 per cause ancora da accertare. Le altissime fiamme sono state viste dai comuni della fascia tirrenica del Messinese.
Il sindaco Carmelo Pino è in stretto contatto con la prefettura di Messina che coordina i soccorsi.
NESSUN PERICOLO. Non vi sarebbe alcun pericolo per la popolazione. I vigili del fuoco hanno raffreddato con getti d'acqua il serbatoio in attesa che si esaurisca il carburante.
Il comandante Salvatore Rizzo ha spiegato che «il serbatoio aveva il tetto galleggiante, il tetto si è inclinato e quindi il prodotto infiammabile è venuto a contatto con l'aria e ha preso fuoco. Si vedrà in seguito per quale causa, probabilmente per effetto meccanico, scintille... qualcosa ha preso fuoco e quindi si è innescato l'incendio».

L'ultimo incidente grave alla Raffineria di Milazzo risale al 4 giugno 1993, quando in un'esplosione all'interno dell'impianto Topping 4 morirono sette persone.

Correlati

Potresti esserti perso