Ebola 140924150259
EPIDEMIA 30 Settembre Set 2014 2315 30 settembre 2014

Ebola, primo caso negli Stati Uniti

Malato in isolamento a Dallas, in Texas. Dopo un viaggio in Liberia i sintomi.

  • ...

L'ebola è arrivata anche negli Stati Uniti.
Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) di Atlanta è pronto ad annunciare a breve ufficialmente il primo caso di contagio diagnosticato in America.
Lo hanno riferito fonti di stampa, secondo cui il Cdc ha intenzione di tenere una conferenza stampa assieme a tre funzionari della sanità del Texas.
IL SOSPETTO IN ISOLAMENTO. Il malato sarebbe un paziente sospetto che si trovava «in isolamento e sotto stretta osservazione» all'ospedale di Dallas.
Tornato il 20 settembre dalla Liberia ha sviluppato i sintomi della febbre emorragica 4-5 giorni dopo.
Nelle ultime settimane molti sono stati i casi sospetti (almeno 12) che hanno messo in allerta gli ospedali Usa, ma finora tutte le persone esaminate erano risultate negative.
«NON SI DIFFONDERÀ NEL PAESE». Le autorità sanitarie americane hanno cercato di tranquillizzare la popolazione: «Non c'è alcun dubbio che la situazione rimarrà sotto controllo e che l'ebola non si diffonderà nel Paese», hanno detto, sottolineando come «non ci sia nessun altro caso sospetto in Texas al momento. Ora la priorità è curare il paziente e identificare tutte le persone che sono state a contatto con lui».
È proprio l'America - come ha ribadito negli ultimi giorni anche il presidente Barack Obana - che sta guidando la lotta all'ebola nel mondo, con la Casa Bianca che ha deciso di inviare nelle regioni africane flagellate dal virus migliaia di soldati, oltre che attrezzature sanitarie e ospedali da campo.
Il tentativo è quello di contenere l'epidema, frenarne il contagio e debellarla lì dove sono i focolai.

Correlati

Potresti esserti perso