Australia Abusi 141001113712
SCANDALO 1 Ottobre Ott 2014 1137 01 ottobre 2014

Australia, abusi sessuali sui minori nei campi profughi

Costretti dalle guardie ad atti sessuali. In un anno 33 casi di violenze.

  • ...

Alcuni profughi dello Sri Lanka che hanno trovato asilo in Australia.

Botte, violenze, umiliazioni su donne e minori. A poco tempo dallo scandalo del campo di detenzione tedesco di Burbach, sono venuti alla luce molti altri casi di maltrattamenti nei confronti dei detenuti rifugiati, questa volta nei centri australiani.
IN UN ANNO 33 CASI. Secondo i Documenti del dipartimento immigrazione statale, ottenuti dal Sydney Morning Herald, sono frequenti i casi di abusi sessuali e violenze, in particolare su minori, nei centri di detenzione profughi stabiliti dallo Stato australiano nelle isole del Pacifico.
Tra gennaio 2013 e marzo 2014, infatti, sono stati ben 33 i casi di presunte aggressioni sessuali nei confronti di ragazzi nel Paese e nel territorio australiano di Christmas Island.
COSTRETTI DALLE GUARDIE. La situazione non è migliore nell'isola di Manus, in Papua Nuova Guinea, e nel minuscolo stato-isola di Nauru, dove è scoppiato un vero scandalo.
In seguito a diverse denunce, si è infatti scoperto che alcuni detenuti, fra i quali diversi minorenni, sarebbero stati costretti a compiere atti sessuali davanti alle guardie. Inoltre, il personale del centro avrebbe offerto alle donne di poter prolungare la doccia oltre i due minuti consentiti, chiedendo in campo di vederle nude. A una detenuta, infine, è stato detto che sarebbe stata stuprata qualora avesse ottenuto asilo e fosse stata rilasciata nella comunità.
IL MINISTRO: «NON CI SONO CONFERME». La vicenda è stata sottoposta al Dipartimento competente per indagini approfondite. Il ministro per l'immigrazione Scott Morrison, tuttavia, ha affermato che le asserzioni sono di «natura generalizzata, senza conferme». L'opposizione al governo del Liberal party australiano, formata dal partito laburista e dai verdi, ha chiesto che venga aperta un'inchiesta indipendente sulle denunce. «I casi di minori che ricorrono a estremo autolesionismo e le nuove accuse di abusi sessuali devono essere affrontati immediatamente dal ministro», ha detto Sarah Hanson-Young, la portavoce dei verdi per l'immigrazione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso