Costa Concordia Domnica 120119115424
MISTERO 2 Ottobre Ott 2014 1219 02 ottobre 2014

Concordia, Domnica: «So cosa c'era in quella borsa, il pm me lo chieda»

La ballerina sull'oggetto prelevato dall'elicottero. «Schettino ha paura».

  • ...

Domnica Cemortan.

Continuano le rivelazioni di Domnica Cemortan sulla tragica notte del naufragio della Costa Concordia all'isola del Giglio e sul comportamento di Francesco Schettino.
«AVEVA TRE TELEFONI». «Quella sera Schettino aveva tre telefoni», ha riferito a Mattino5 la ballerina moldava che la sera del disastro era in compagnia del comandante, «ma durante le indagini abbiamo sentito le registrazione di un solo telefono. Io non so chi abbia chiamato quella sera». Domnica ha infatti dichiarato che quella notte Schettino aveva intenzione di scappare in elicottero: per questo era salito con lei al ponte 11, nella parte superiore della nave. Poco tempo dopo, secondo la moldava, aveva ricevuto una telefonata e poi le aveva detto che «i piani erano cambiati» e dovevano ritornare giù, ai ponti inferiori.
«OGGETTO TRASPORTATO DA UNA PERSONA CHE CONOSCO». La ballerina ha in seguito rivelato che un elicottero della Costa era poi arrivato sull'isola per «prelevare un oggetto proveniente dalla nave», qualcosa di grosso e «ingombrante» contenuto in una borsa, che sarebbe stato portato sulla terraferma «da una persona che conosco e che aveva delle responsabilità sulla nave». «Io lo so cosa conteneva quella borsa, se me lo chiedono in procura lo dico, ma finora non sono sembrati interessati», ha aggiunto, pur confessando di non aver visto personalmente l'oggetto in questione né l'elicottero.
«LA PROCURA NON VUOLE ASCOLTARMI». «Sono andata in procura per fare delle dichiarazioni, sono stata in aula tre volte», ha incalzato Domnica, «ho parlato del ponte 11 e la procura sapeva la mia versione, ma non sono stati interessati ad approfondire». «Io sono qua», ha continuato, «se mi fanno le domande sono qua. La Costa ha già fatto le sue indagini». «Schettino ha paura di noi», ha concluso quando le è stato riferito che c'era stata la possibilità di un faccia a faccia in tivù, terminata con un nulla di fatto.

Correlati

Potresti esserti perso