Divorzio Divorzio Breve 140408204643
IL CASO 2 Ottobre Ott 2014 1159 02 ottobre 2014

Divorzio breve, frode italiana nel Regno Unito

Circa 180 coppie di connazionali avevano la residenza a Maidenhead. Fasulla.

  • ...

da Londra

Divorzio breve, la proposta approvata riduce i tempi di due terzi: un anno per dirsi addio.


L’Inghilterra è la capitale del divorzio. Sì, ma all’italiana. Circa 180 coppie hanno infatti finto di vivere nel Regno Unito per poter beneficiare delle procedure di divorzio breve, in fase di approvazione in Italia.
LA BANDA DI MAIDENHEAD. La maggior parte di loro aveva la residenza a Maidenhead, piccolo centro nel Berkshire: qui, all’indirizzo corrispondente a una casella di posta, avevano dichiarato di abitare i connazionali che volevano uscire, in fretta, da un matrimonio disperato.
L'ACCUSA DI FRODE. I divorzianti e i rispettivi avvocati sono ora accusati di frode. Per aver aggirato i tribunali di 137 diverse contee in Inghilterra e Galles che, ignari, hanno timbrato i documenti del divorzio.
Del resto, sciogliere un matrimonio nel Regno Unito è diventato semplice ed economico. Soprattutto da quando lo Stato ha tagliato il supporto legale alle coppie che intendono divorziare.
5 MILA EURO A PRATICA. Peccato che queste persone, che hanno pagato circa 5 mila sterline per ogni pratica, non avessero quasi mai messo piede Oltremanica, ha dichiarato il giudice di famiglia Sir James Munby.
Probabilmente a breve emigrare, anche per finta, non sarà più necessario. Il governo Renzi infatti punta a semplificare le procedure per lo scioglimento del matrimonio: il decreto giustizia prevede per esempio la negoziazione assistita, grazie a cui separarsi sarà più veloce.
Francesca Rossi, avvocato internazionale che lavora per lo studio legale anglo-italiano Tanda Migliorini & Associates a Londra, ha dichiarato: «Questo caso di Maidenhead è frustrante, un’enorme frode dovuta all’incredibile lentezza del sistema italiano». «Si parla di abbreviare l’iter per il divorzio da anni, e ovviamente gli italiani sono disperati e cercano una soluzione più rapida altrove, come nel Regno Unito», ha aggiunto.
OTTIMISMO PER L'ITALIA. Intervistata dall’Independent la presidente della seconda commissione di giustizia della Camera, Donatella Ferranti, si è detta ottimista circa l’approvazione del divorzio breve: «Abbiamo un buon appoggio tra partiti su questo tema. La nuova legge è importante, così come questi ultimi avvenimenti in Inghilterra hanno confermato. Velocizzerà il processo per quelle coppie che sono già in nuove relazioni, e ridurrà la sofferenza e l’incertezza. Per tutti, anche per i bambini».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso