Ebola 140925121308
ALLARME 2 Ottobre Ott 2014 1600 02 ottobre 2014

Ebola, rischio diffusione per via aerea

L'Onu: «Il virus potrebbe mutare, fare in fretta». Fmi: «Minaccia economica».

  • ...

Personale specializzato per l'emergenza ebola durante un'esercitazione.

Il «virus dell'ebola potrebbe mutare e diffondersi per via aerea» se l'epidemia «non dovesse essere tenuta sotto controllo velocemente». A lanciare sul Telegraph quello che è un vero e proprio scenario da incubo è stato Anthony Banbury, capo della missione Onu che in Africa Occidentale sta combattendo contro il virus. Certo, ha spiegato l'esperto, si tratta di un'ipotesi «improbabile», «ma che non può essere esclusa».
IN 100 A CONTATTO. Nel frattempo, si è scoperto che sono state almeno 100 le persone entrate in contatto con il paziente liberiano affetto da ebola diagnosticato a Dallas o con la sua famiglia. Lo hanno riferito fonti sanitarie del Texas citate dalla Cnbc, precisando che si tratta di persone che non hanno mostrato sintomi, ma hanno comunque avuto qualche contatto con lui. Una delle preoccupazioni principali è legata a cinque bambini che sono stati vicini al paziente liberiano, con ben quattro scuole di Dallas messe sottosopra per assicurarsi che non ci siano pericoli di infezione.
NUOVO CASO SOSPETTO. Un nuovo caso sospetto è poi stato segnalato alle Hawaii. Una persona - secondo l'emittente Abc - è stata messa in isolamento per gli accertamenti del caso, dopo aver mostrato sintomi compatibili con quelli provocati dal virus della febbre emorragica. È ricoverato al Queen medical center di Honolulu.
LAGARDE: «RISCHIO PER IL MONDO INTERO». A mettere in guardia dai pericoli dell'epidemia anche il direttore del Fondo monetario internazionale, Christin Lagarde, secondo cui «un' espansione in Africa, se non viene affrontata in maniera urgente e adeguata, pone rischi significativi sul fronte economico e finanziario non solo per quella regione, ma per il mondo intero». A dare una dimensione dell'emergenza ci sono anche gli ultimi dati sulla situazione in Sierra Leone, forniti dalla organizzazione Save the Children: i casi di contagio sono cinque ogni ora, un ritmo che va al di là di ogni previsione. E il numero potrebbe raddoppiare entro fine mese.

Correlati

Potresti esserti perso